La più grande debolezza della violenza è l'essere una spirale discendente che da' vita proprio alle cose che cerca di distruggere. Invece di diminuire il male, lo moltiplica. Martin Luther King

"
 
Ci sono 762 persone collegate

Cerca per parola chiave
 




Comune di Brusciano Comune di Brusciano



Regione Campania

Governo.it

governo.it 





 

Sentenza Parte 1

Sentenza Parte 2

Sentenza Parte 3


 

   



 




 

 



\\ Home : Articolo
ATTENZIONE!
L'articolo che stai leggendo è stato scritto almeno un anno fa. Esattamente 1853 giorni orsono.
Le informazioni presenti potrebbero non essere aggiornate!
BRUSCIANO: RICHIESTA DI ULTERIORI VENTISEI MESI DI RECLUSIONE CON INTERDIZIONE PERPETUA DAI P.U. PER IL SINDACO DI BRUSCIANO, DAL P.M ( VISONE) DEL TRIBUNALE DI NOLA!! ACCUSATO DI ABUSO D'UFFICIO E CORRUZIONE IN AMBITO ELETTORALE!!!
(del 14/11/2012 @ 17:10:46, in MioBlog, cliccato 24897 volte) View blog reactions
Condividi Condividi Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa Postli

 
Hai trovato l'articolo interessante?
Sottoscrivi il Feed RSS per essere informato automaticamente degli ultimi aggiornamenti!
 
.TrackBack: http://www.unaltrabrusciano.it/dblog/tb.asp?id=224
 
# 1
non bastavano quattro anni di reclusione con interdizione dai p.u. per cinque, per concussione, DEL SINDACO DI BRUSCIANO,si e' aggiunta una ulteriore richiesta di condanna a ventisei mesi di reclusione con l'aggravante dell'allontanamento dai p.u.dal tribunale di nola in persona del p.m. VISONE,con accuse che vanno dall'abuso d'ufficio a corruzione in ambito elettorale..
Di Anonimo  (inviato il 14/11/2012 @ 18:16:38)
# 2
Questo è ciò che accade quando ci si ottura il naso per eleggere un galeotto lasciandolo governare.
Quanto inchiostro è stato usato per descrivere il personaggio, inutile spenderne altro; il nostro paese oramai è letteralmente insozzato. Se prima veniva ricordato per il folklore, per aver dato i natali a filosofi e giuristi come Guido De Ruggiero, Mariano Semmola, Ettore Leopoldo Terracciano, oggi viene ricordato come il paese e core e mamma.
Ora la politica non deve meravigliarsi se nuovi movimenti quasi radicali possono diventare maggioranza, il fallimento sta nel non aver saputo contrastare e controllare il fenomeno della corruzione nella pubblica amministrazione.
Il fallimento della politica e delle istituzioni sta nel non aver saputo adottare provvedimenti capaci di evitare il ripetersi del reato. Se un sindaco viene condannato per una richiesta di tangenti, poi viene mandato a processo per aver conferito un incarico al cugino diretto di un consigliere di maggioranza e non si adottano provvedimenti di sospensione è naturale che questo sindaco continui a ripetere il reato.
Infatti il cuor di mamma (non per il suo animo nobile) da quando è stato rinviato a giudizio per abuso di ufficio ha commesso lo stesso reato per altre due volte; uno nell'aver affidato l'incarico di dirigente dell'UTC alla cognata del consigliere di maggioranza, l'altro in sede di adozione del PUC dove guarda caso i terreni di proprietà del figlio e della sorella da agricoli diventano edificabili, il famoso superenalotto e nonostante tutto, incurante di tutto partecipa alla giunta e peggio ancora partecipa alla votazione finale. Cara Politica, Cara Magistratura, Caro Prefetto non basta reprimere, oggi più che mai è necessario prevenire.
Di Nick  (inviato il 14/11/2012 @ 23:07:11)
# 3
Questo articolo, al di là della cronaca, è una lucida e spietata analisi delle cause dei malesseri eterni delle nostre disgraziate terre.
Cosa fare? Come cambiare? Mi sono convinto che solo una rivoluzione, non culturale, ma una vera rivoluzione, possa spezzare legami atavici, secolari, tra un popolo inerme, inetto e perennamente schiavo e una borghesia falsamente perbene, ma corrotta e corruttrice, capace di negare i diritti e strozzare i più deboli. I patrizi e i plebei vi ricordano qualcosa?
Di Anonimo  (inviato il 17/11/2012 @ 15:03:04)
# 4







BRUSCIANO - Altri guai in vista per l'Amministrazione comunale di Brusciano. Nuovo processo per il sindaco, Angelo Antonio Romano accusato di abusi in atti d’ufficio circa l’assunzione di un parente di un consigliere comunale. Il pm Visone al termine di un lungo dibattimento, ha chiesto due anni e due mesi di reclusione e interdizione temporanea dai pubblici uffici per il primo cittadino Romano.

Secondo l'accusa il sindaco avrebbe dato corso all’assunzione senza tenere conto che lo statuto comunale non prevede l’assegnazione di incarichi a congiunti di membri del civico consesso fino al quarto grado.

I riflettori sono, dunque, puntati sulla nomina di Francesco Cerciello, cugino del consigliere comunale, Vincenzo Cerciello, il pm ha chiesto 1 anno e 4 mesi di reclusione per lui. Era il luglio del 2008 quando il sindaco, Romano, varò l’ufficio staff dando corso all'assunzione. Assunzione che non sfuggi all'opposizione che accusò il primo cittadino di clientelismo mettendo in evidenza l'illecito commesso. Intanto l'ufficio staff fu eliminato per mancanza di fondi, almeno questa sembrerebbe la motivazione ufficiale.

A denunciare il caso fu il Pdl. Romano si giustificò:" "Non ho nulla da temere, sono sereno. E’ stato fatto tutto nella massima trasparenza e poi al Comune non c’è più nessun ufficio staff". Nel frattempo la magistratura aveva avviato un processo con il pm Visone. Un'altra tegola che si abbatte su questo Comune.
MARIGLIANO.NET.



























Di GIOVANNA  (inviato il 17/11/2012 @ 18:49:27)
# 5









Segui ilmediano.it Facebook Twitter You Tube Feed RSS





Brusciano. Assunzione clientelare: la procura chiede la condanna del sindaco

Categoria: Cronaca

17/11/2012





Il sindaco Romano

Il PM Visone chiede 2 anni e 2 mesi di reclusione per il sindaco Romano, accusato di avere deciso un'assunzione illegale. Romano l'anno scorso era stato condannato in primo grado per aver chiesto una tangente di mezzo milione a un costruttore.



Due anni e due mesi di reclusione e interdizione temporanea dai pubblici uffici. E’ la pena chiesta dal pubblico ministero della procura di Nola, Giuseppe Visone, per Angelo Antonio Romano, uno degli amministratori di punta dell’Udc nel territorio a est di Napoli, poi finito senza la tessera del partito dopo gli ultimi rovesci giudiziari.



La requisitoria del pm è stata letta al processo, in corso al tribunale di Nola, sull’assunzione nello staff del primo cittadino del cugino di primo grado del consigliere comunale di maggioranza Vincenzo Cerciello, dell’Udc. Per Visone l’assunzione è stata di quelle palesemente illegali perché lo statuto del comune di Brusciano stabilisce che gli amministratori pubblici non possono assumere parenti. Per l’ex componente di staff, Francesco Cerciello, che da tempo non svolge più alcuna attività nel comune, l’accusa ha chiesto una condanna a un anno e quattro mesi. E così si complica parecchio la situazione politica in quel di Brusciano, naturale cuscinetto urbanistico tra Marigliano e Pomigliano sulla trafficata via Nazionale delle Puglie, l’antica statale che collega Napoli ad Avellino.



Cinquanta chilometri d’asfalto cementificato fino all’inverosimile, spesso in modo truffaldino e attraverso le “solite” connivenze tra amministratori e imprenditoria mafiosa. Proprio per una storia di cemento il sindaco Romano è stato condannato in primo grado, l’anno scorso, a quattro anni di reclusione e cinque d’interdizione dai pubblici uffici. Tre anni, invece, e cinque d’interdizione, per il consigliere comunale di maggioranza Salvatore Papaccio, anche lui dell’Udc, che all’epoca dei fatti, risalenti a otto anni fa, era presidente del consiglio comunale. I due politici locali sono stati accusati di aver chiesto 500mila euro in cambio del rilascio di una licenza edilizia all’imprenditore edile Angelo Perrotta.



Il problema però è che il costruttore ha denunciato gli amministratori e registrato il colloquio da cui, sempre secondo l’accusa, si evincerebbe la tentata concussione. A ogni modo Romano aveva già reso noto, al momento della condanna, che avrebbe fatto ricorso in appello per dimostrare il contrario e cioè che avrebbe subito un tentativo di corruzione. Al centro della vicenda c’è la richiesta di realizzazione di un complesso abitativo da 70 appartamenti. Intanto ora cade una nuova tegola giudiziaria sul sindaco: stavolta una sospetta assunzione clientelare. E’ una storia politica travagliata quella del dottor Angelo Antonio Romano, che di professione è medico generico . Una vicenda segnata dal commissariamento antimafia degli organi elettivi, che lo rimosse dall’incarico nel 2006.





Poi però core e’ mamma (il suo popolare soprannome, da classico ragazzino “discolo” sempre rincuorato dalla madre) è stato riabilitato dal Consiglio di Stato, che ha bocciato il commissariamento reintegrando l’esponente ex Udc. Una situazione complessa, difficile. Un quadro del resto per nulla dissimile a quello che caratterizza i tanti centri della zona che senza soluzione di continuità si distribuiscono sulla statale delle Puglie. Da queste parti quasi tutti i comuni sono stati almeno una volta sciolti per infiltrazioni e condizionamenti mafiosi. E in qualche caso, come a Brusciano e nell’attigua Castello di Cisterna, la magistratura amministrativa ha mortificato la pur certosina investigazione antimafia.



Gli organismi di controllo locali versano però in condizioni difficili, stretti nella morsa di indebite pressioni politiche e del progressivo depauperamento dei mezzi deciso dai poteri centrali. Qui troppo spesso gli investigatori si ritrovano con le armi spuntate. Ostacoli che del resto sbarrano il passo anche alla magistratura inquirente, costantemente bloccata da un garantismo inspiegabilmente eccessivo. Una sensazione d’impotenza che si consuma in un contesto corrotto, che sarebbe eufemistico definire mafioso. Un’area dove l’intreccio tra criminalità e “politica” è caratteristica consolidata da decenni di nefandezze ai danni di una popolazione costantemente ricattata dall’utopia del posto di lavoro, strozzata dal calpestio sistematico dei diritti fondamentali.







Autore: Pino Neri
Di zorro  (inviato il 17/11/2012 @ 19:28:13)
# 6
Sciolti i consigli comunali di Castellammare
e Grumo Nevano: nominati i commissari




NAPOLI - Il prefetto Francesco Antonio Musolino, ha nominato oggi i commissari che guideranno i comuni di Castellammare di Stabia e di Grumo Nevano.

Oltre alla nomina dei commissari «ad acta» - per l'approvazione del bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2012 - il prefetto ha anche disposto la sospensione del Consigli comunali di entrambi gli enti. Per la gestione provvisoria sono stati designati il vice prefetto Rosanna Bonadies (Castellammare di Stabia) e il vice prefetto Maria Pia De Rosa (Grumo Nevano).

Il Mattino
Di SARA  (inviato il 04/12/2012 @ 21:32:08)
# 7
Da il Fatto Quotidiano.it. DI Nello Trocchia | 4 dicembre 2012.
"Napoli, il sindaco rischia la seconda condanna. Ma resta al suo posto.
Angelo Antonio Romano (Udc) non solo è primo cittadino di Brusciano, ma da un anno è anche consigliere provinciale. Dopo la pena di 4 anni per una tentata concussione in primo grado, la Procura ha chiesto per lui 2 anni e 2 mesi per un presunto abuso d'ufficio.
Ma lui non si muove.
Non lascia, ma raddoppia.
Già condannato per tentata concussione resta al suo posto e ora rischia una nuova condanna per abuso d’ufficio. Il record è di Angelo Antonio Romano, sindaco di Brusciano, comune in provincia di Napoli, detto core ‘e mamma.
La tentata concussione viene commessa tra fine 2003 e marzo 2004. Tutto inizia con un incontro nel quale, secondo i giudici di primo grado, Romano, allora già sindaco, chiese all’imprenditore Angelo Perrotta soldi “prospettando la mancata approvazione della pratica edilizia”. La tangente richiesta era pari a 500mila euro poi rivista a 300mila euro, formalizzata nei successivi incontri tra l’imprenditore e l’allora componente di maggioranza del consiglio comunale Salvatore Papaccio, condannato a tre anni, con l’applicazione dell’indulto, e oggi è ancora consigliere. L’imprenditore si rifiutò di pagare denunciando tutto ai carabinieri. Il primo cittadino è stato condannato a 4 anni per tentata concussione, tre anni condonati grazie all’indulto e all’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni. La condanna del tribunale di Nola è arrivata nel marzo 2011. Il partito, l’Udc, ha sospeso Romano solo nel luglio scorso.
Romano, che ha presentato appello contro la sentenza di primo grado dichiarandosi innocente, è ancora primo cittadino di Brusciano, uscito vincitore dalle comunali del 2008. Non è l’unico incarico che ricopre, però. Nel novembre 2011 è entrato anche nel consiglio provinciale di Napoli dopo le dimissioni di un collega, nel gruppo del partito di Pierferdinando Casini del quale fa ancora parte.
Due incarichi, due processi. Infatti, in questi giorni il pubblico ministero Giuseppe Visone della Procura di Nola, ha chiesto la condanna del sindaco a 26 mesi per abuso d’ufficio. A Romano questa volta viene contestata la nomina nello suo staff di un cugino di un consigliere di maggioranza. Decisione presa contro il regolamento comunale che vieta espressamente fino al quarto grado di parentela con gli amministratori. Il sindaco ha ribadito la trasparenza dell’operato e precisato che lo staff non è più operativo. A dicembre arriverà la decisione del giudice, anche in questo caso è stata chiesta l’interdizione temporanea dai pubblici uffici. Per il sindaco sarebbe il record: due incarichi e due condanne, ma nessun provvedimento sospensivo è stato ancora adottato dalla prefettura.
Brusciano è terra di cemento e crimine organizzato. Pochi giorni fa i carabinieri hanno trovato un ordigno, poi disinnescato, davanti all’abitazione dell’architetto comunale. Nel 2006 il comune è stato anche sciolto per condizionamento malavitoso, ma il Consiglio di Stato, nel 2007, ha ribaltato la decisione del ministero dell’Interno e riabilitato la giunta. Il sindaco era sempre lui, Romano. “Al sindaco – scrivono i giudici amministrativi, che valutano anche vecchie frequentazioni – è poi addebitata la sottoposizione ad un procedimento per associazione a delinquere di stampo mafioso, ma risulta che il relativo procedimento è stato archiviato nel 1993, con la formula ‘per non aver commesso il fatto’”.
Il Consiglio di Stato ha ritenuto inadeguati gli elementi insieme al difetto istruttorio e la contraddittorietà delle motivazioni che avevano portato all’azzeramento. Le gioie per l’annullamento dello scioglimento sono lontane. Romano, oggi, fa i conti con una condanna, in primo grado, per tentata concussione e il rischio di una nuova condanna per abuso d’ufficio.
Nonostante tutto, resta al suo posto: un messaggio chiaro al territorio e agli imprenditori onesti.

ALCUNI COMMENTI ALL’ARTICOLO DI LETTORI DEL FATTO QUOTIDIANO.IT, NON DI BRUSCIANO MA DI TUTTA ITALIA.:

"che siano i cittadini a dimetterlo!!!
Mi piace! Rispondi

polemica 3 ora fa

Perchè non cominciamo tutti noi a scrivere a Napolitano e al Ministro dell'Interno chiedendogli perchè le istituzioni non fanno il loro dovere del caso?
Mi piace! Rispondi

napolibuona 4 ora fa

Caro dot.Trocchia se lei andasse piu spesso in quella zona (non parlo solo di Brusciano )avrebbe cosi tanto da lavorare che non le basterebbe una vita per raccontare cosa succede in quel territorio.

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Loko 4 ora fa
una persona onesta si dimette. non uno dell'udc
a 4 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi
fferrante 5 ora fa
e perché dovrebbe dimettersi??? è l'italia, baby

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

DeSimone 5 ora fa
Non può dimettersi ha troppo lavoro.
Poi dicono che la classe dirigente non fa nulla.
a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

mauczz 5 ora fa

Questi dell'UDC, da buoni cattolici (della Controriforma), e come i loro amici pdllini, per schiodare pretendono il quarto grado di giudizio: il Giudizio Universale.
Prima di allora, come nulla fosse, sono degli innocenti ... di una persona qualunque si direbbe semplicemente "a piede libero".
A Casini un cosiglio: si decida, o Monti o Romano! ... in mancanza di Totò
a 4 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

ezio polizzi 5 ora fa in risposta a mauczz

guarda lo conosco personalmente, potrebbe appartenere anche all'azione cattolica, ma non è un fatto di partito quanto di persone. Questo essere andrebbe cacciato a pedate dai cittadini come a parma ma qui nessuno si muove. La verità è questa: lui rappresenta degnamente la sua gente.

a 7 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Cristian Palmas 6 ora fa
In uno Stato dove un parlamentare processato per mafia e condannato in primo e secondo grado può tranquillamente rimanere in Parlamento e gridare che Mangano è un eroe, che i giudici sono venduti alla politica di Centrosinistra e tante altre amenità, non mi meraviglio di un comune Sindaco che rimane in carica pur sotto processo. Certo è stato condannato in primo grado, ma non è ancora arrivato al grado definitivo: innocente fino a prova contraria, che ancora non c'è stata.
Ci sono tutte le carte in regola però per fare un ragionamento politico vero: siccome tutti i fatti tendono a dipingere un quadro a dir poco fosco di tale soggetto, piuttosto che a indicare una tendenziale non colpevolezza, alla luce di ciò, una forza politica seria avrebbe chiesto le sue immediate dimissioni.

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

maldicapo 6 ora fa

"Angelo Antonio Romano (Udc) "
sarebbe l'UDC di quel CASINI che ha il suo pupillo Cuffaro in carcere per fatti di mafia?
quell'UDC di CASINI che dovrebbe governare a braccetto con il PD e Vendola?
a 14 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi
pudgala 6 ora fa
lo vedo bene per le primarie udc.

a 5 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

SCFRO24613 6 ora fa

La colla con cui questo sindaco si è appiccicato alla poltrona è di una resistenza tale che solo il solvente Casini non basta a spiccicarlo da lì; l'unico modo valido sarebbe dar fuoco alla poltrona. Che se poi non si schioda nemmeno così e dovesse bruciare anche lui...pazienza: morto un sindaco se ne fa un altro.

a 5 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

paolo434 7 ora fa
Che lui non si muova e' anche prevedibile. Se si muovesse, probabilmente sarebbe per scappare all'estero!
Il fatto grave e' che non si muovono nemmeno i Carabinieri, La Polizia, La Magistratura( Giudici, Procuratori, etcc. Tutta gente che guadagna un sacco di soldi, per non fare niente, solo per farsi portare in giro con le auto blu' e la scorta, la guardia del corpo, etccc)!!
Questo e' lo schifo!!
Per il pensionato che qualche giorno fa' ha preso un panino con formaggio al supermercato, sono accorsi subito i poliziotti, subito portato dal giudice per direttissima, subito messo in galera!!
Per questo, Carabinieri, Poliziotti, Giudici, non hanno alcuna credibilita' ed alcuna dignita'.
Sono forti perche' hanno le armi in mano, e si aiutano gli uni con gli altri, per continuare la loro vita di privilegio, perche' stando dalla parte dei Potenti, della Casta, possono raccogliere le briciole che cadono dal tavolo del banchetto!!

a 10 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

fabrizio08 6 ora fa in risposta a paolo434
Non ho letto del pensionato portato in galera per un panino, puoi essere più preciso allegando il link della notizia ??

Mi piace! Rispondi

Zuperman 7 ora fa
Se non lo vanno a prendere le forze dell'ordine quello non si muove..

Mi piace! Rispondi

fgiunchi 6 ora fa in risposta a Zuperman
Potrebbero sempre andarlo a prendere i cittadini...

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

ezio polizzi 5 ora fa in risposta a fgiunchi
seee al massimo per andarsi a mangiare na pizza

Mi piace! Rispondi

foradibal 7 ora fa
E' normale sta in Italia, ed è un politico ! Pochi giorni fa sul 1° canale RAI, c'èra un signore che da innocente si è fatto una decina d'anni di carcere !

Mi piace! Rispondi

Introcaso Francesco 7 ora fa
Casini ha sempre difeso i delinquenti del suo gruppo ricordate Cuffaro il mafioso vasa vasa?

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Bruno Benvenuti 7 ora fa
degno componente di un partito (uno dei tanti) che rappresenta il marciume di questa nazione.

Se non sono i cittadini a cacciarlo... vuol dire che chi lo vota.... mangia con questo ladro ( è stato condannato)

a 3 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Bice Ulissi 7 ora fa
Con questo bel curiculum continua a fare il sindaco e i suoi concittadini non lo cacciano coi forconi?

a 4 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

petercap 7 ora fa
Finche' non lo cacciano i suoi concittadini, quello non se ne va...il problema non e' la legge ma la gente; se non fanno come e' stato fatto a Parma, il parassita resta...

a 14 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

c25giuseppe 8 ora fa
LEGGO: " Romano, oggi, fa i conti con una condanna, in primo grado, per tentata
concussione e il rischio di una nuova condanna per abuso
d’ufficio. Nonostante tutto, resta al suo posto: un messaggio chiaro al
territorio e agli imprenditori onesti."

E credo che questo deve essere piuttosto un MESSAGGIO CHIARO PER LA POLITICA e per il GOVERNO.

E' infatti necessaria e ormai urgentissima una LEGGE che STABILISCA che a una CONDANNA (anche in primo grado) deve conseguire automaticamente LA CHIUSURA DI TUTTI GLI INCARICHI che l'IMPUTATO (sia esso politico, dirigente o impiegato) ha nella Pubblica Amministrazione.

a 7 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

DEO68 8 ora fa

Bah...cosa volete che sia?
D'altronde mica ha ammazzato qualcuno questo campione di moralità....e poi basta guardarlo in faccia...si evince un'intelligenza pari a quella del termosifone che si intravede alla sua destra...con una unica differenza, che l'acqua contenuta all'interno del termosifone nonostante sia ricca di calcare e quant'altro risulterebbe sempre più limpida e ricca di contenuti rispetto alla materia che trova dimora all'interno del cervello di questo scarto della politica....

a 9 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

DEO68 8 ora fa in risposta a DEO68
A proposito dimenticavo...ma il nostro amatissimo Presidente della Repubblica anziché perder tempo nel trovare il giusto cavillo tramite il quale salvare Sallusti, perché non si impegna a far sì che questo personaggio venga rimosso il prima possibile dalla sua carica?

a 11 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

strozzus 7 ora fa in risposta a DEO68
Parla piano, che non gli venga in mente di salvare anche questo sindaco, tanto per non essere imparziale: - ))

a 8 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

SuperSandro 7 ora fa in risposta a DEO68
Perché è impegnato a spiegare i motivi per cui sarà assente alla prima della Scala, ovvio!

a 6 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

DEO68 7 ora fa in risposta a SuperSandro
Hai ragione!!
L'avevo letto anche io e mi ero completamente scordato!!
Ma pensa un pò.....allora mi scuso per tale gaffe....

Mi piace! Rispondi

armando diodato 6 ora fa in risposta a DEO68
si...... tanto si sarebbe "APPISOLATO" come al solito.

Mi piace! Rispondi

lamberto 8 ora fa
Quella strana abitudine degli eletti nella casa delle libertà...di fare quel cacchio che gli pare..

Mi piace! Rispondi

Lonfo ammargelluto 8 ora fa
Spero che i Bruscianesi (gli abitanti di Brusciano) si ribellino e lo mandino via in malo modo, perchè solo così potranno riappropriarsi della loro dignità e di un sindaco che sia degno di tale appellativo.

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Catilina79 8 ora fa
Vogliamo mandare i carabinieri ad arrestare questo esimio signore?

a 3 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

SuperSandro 7 ora fa in risposta a Catilina79
...per poi rilasciarlo subito dopo, causa il sovraffollamento delle carceri!

a 3 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

garpaul 8 ora fa
Forse non ancora si rende conto che sono finite le protezioni che garantiva la Dc con i suoi tentacoli in tutte le istituzione, giudici e tribunalui compresi. Vai a casa. I cittadini troveranno , sicuramente un signore migliore di custui.

Mi piace! Rispondi

carlozen 8 ora fa
mi sembra giusto.
una sola condanna è insufficiente,
mentre con più condanne il curriculum ha un certo valore
al fine di ricoprire una carica.

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Giovanni 8 ora fa in risposta a carlozen
Si dichiara' pronto per il parlamento, ma dovrà superare una dura selezione Piercasinado è in cerca di candidati fra le procure si dice si sia fatto dare l'elenco dei cittadini indagati per mafia... credo li contatterà tutti .... sarà dura per questo dilettante, nemmeno un'intercettazione con qualche boss....

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

newpirate 9 ora fa
non fa altro che imitare i tanti condannati che seggono sugli scranni parlamentari.nessuna novità

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Giovanni 9 ora fa
Ma ragazzi volete mandare in rovina il talent-scuot Piercasinando? Quello gira l'Italia per scoprire e portare in politica i peggiori delinquanti e mafiosi e voi volete che si dimettano! Ma su fate i seri fra un po ne porterà in dote a Bersani almeno una decina e tra questi ci sarà il nuovo Totò vasa-vasa (al secolo Totò Cuffaro rinchiuso pro tempore nelle patrie galere). Dai siate sportivi siate democartici.......

Segnala
a 3 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

frarod 9 ora fa
E perchè dovrebbe muoversi? E' giusto così: 1, 2, 10 condanne; fino a quando in parlamento a legiferare non andranno persone per bene continuerà così. Chi dovrebbe introdurre una legge che non consenta tutto ciò quelli che continuano come se nulla fosse? Hanno la faccia come il c.....

a 3 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

mandi77 9 ora fa
Solo due parole FAI SCHIFO!
La nostra è una democrazia,quindi Loro possono fare ciò che credono.Rubare e restare impuniti,comprarci per natale novanta bombardieri,aumentare le tasse compensandole con un lauto aumento di stipendio per il presidente ,le prefetture e le camere,decidere che l'alta velocità è indispensabile.Forse non sono tutti uguali,ma essendo molto simili mirano allo stesso punto.

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

zi ti 9 ora fa
In uno stivale dove la coscienza è scarsa ed il sentire comune ancora più raro, sono volutamente sbagliate le norme che non impongono di cedere il passo.

Mi piace! Rispondi

friedric angel 9 ora fa
Questi sono gli"amici" che piacciono tanto a bersanetor, latorre&C. ? Si temga l'udc tanto saremo in tantissimi a non votarli!

a 3 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

HectorBelascoaran 9 ora fa
Questa è l'idea dell'Italia che ha Casini, non quella di vendola.

Mi piace! Rispondi

Gian Franco Dominijanni 9 ora fa
Con la penuria di posti di lavoro, dove va? Ci tiene a tenerselo stretto... c'è crisi, c'è crisi...

Mi piace! Rispondi

Anita Maccani 9 ora fa
Che vuoi che dica un italiano come me? Se i suoi cittadini del comune e della provincia lo vogliono al suo posto che se lo tengano. Un po' più imbarazzante dovrebbe essere per Pier Ferdinando Casini cattolico a prova di bomba e l'UDC.
E poi ci meravigliamo che della lista M5S o della simpatia che ha suscitato Renzi per la sua aperta battaglia contro le incrostqazioni di potere del PD?

Mi piace! Rispondi

ia 9 ora fa
non è possibile!!!!!!perchè chi di dovere non interviene?????

a 3 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Petronio 9 ora fa
Più che lui si dovrebbe muovere il suo virtuosissimo leader

a 3 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

gerry d 9 ora fa
Scommetto che anche per lui, Casini metterebbe le mani sul fuoco...

a 3 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Julio Marquez Martin 9 ora fa
Tranquillo. Anche se andassi in galera, Pierfurby verrebbe a trovarti in carcere...

Mi piace! Rispondi

phoenix 10 ora fa
coco fatti furbo..fatti giornalista!!..cosi non ti butteranno in galera nemmeno se glielo chiedi in ginocchio

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

gianfranco58 10 ora fa
Le leggi le fanno e le disfano in parlamnento questo politico non fa altro cio' che parte di loro, (grande o piccola ?) di loro fa, rubano, delinquono spesso a loro insaputa e fanno finta di niente poichè ormai cio' è diventato parte del pachetto del buon politico, il loro senso di occupare quella posizione,depredare il bene comune a manbassa senza nessun riguardo che aumentare le loro disponibilità.Tanto si arricchiscono solo senza pagare fio.

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Stefano Rosati 10 ora fa
Adesso Bersecchia dovra' fare i conti anche con questi individui...o meglio....col loro capo :)


Mi piace! Rispondi

cattolicoadulto 10 ora fa
Per far dimettere quelli dell'UDC devi metterli in carcere e loro, 10 minuti prima, si dimettono. In questo si distinguono da quelli del PDL, che non si dimettono neanche quando entrano in carcere.

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

olis47 10 ora fa
Secondo me, tutti quelli che lo sostengono sono come lui e per piacere non farti fotografare con la bandiera italiana e quella europe che non sei degno.

Mi piace! Rispondi

maccheroni 10 ora fa
e por.. vac..miser..ladra ma una volta non c'era l'interdizione dai pubblici uffici quando si era condannati?
Si sono fumati anche questa legge????

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

ludoludo 10 ora fa
se fossimo in un paese civile certa gente non potrebbe mai rivestire certi incarichi ne mantenerli
POVERA ITALIA

a 4 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Cercoquelloonesto. 10 ora fa
Ecco perchè abbiamo bisogno di persone INCENSURATE alla guida dei Comuni,delle Regioni, del PAESE...

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

RADIX62 10 ora fa
E' bellissimo! più il sistema è marcio più siamo vicini al crollo.
Inquisiti resistete alle vs. poltrone, dimostrate in maniera evidente a tutto il popolino quanto siete piccoli.
Più sarà evidente, più al momento giusto scoppierà il sistema.
Dobbiamo essere grati a soggetti del genere che accelerano la decomposizione di questo marcio sistema.

a 4 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

sinecolib 10 ora fa
Insomma i famosi moralisti dell'UDC, scommetto che questo sindaco và ogni giorno a messa, si confessa e fà regolarmente la comunione. Quindi riceve l'assoluzione. Casini disse che si sarebbe dimesso in caso di condanna di Cuffaro, eppure è ancora lì ad organizzare "il centro" pronto a fiutare l'aria e salire sul carro del vincitore. Tanto che molti definiscono l'UDC = Unione della convenienza.

a 14 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

RomanaMente 10 ora fa
la politica italiana? un eterno Deja Vu

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

carmina 10 ora fa
Mandare i carabinieri a prelevarlo non ci ha pensato nessuno? ma in che paese viviamo?

a 11 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

armando diodato 10 ora fa
arraffone via dalle balle, Bruscianesi in piazza, forconi pronti,ma cosa devono combinare ancora....e questo si papperà buonuscita e pensione.
Al rogo camorrista.................

Mi piace! Rispondi

foxing 10 ora fa
Proprio non capisco. Cosa deve fare un un consigliere o un sindaco per essere cacciato?
Se rubi un pezzo di pane vai in galera in men che non si dica Quindi sarebbe bene che la legge fosse uguale per tutti per tutti, oppure no?

a 12 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

antonia 46 10 ora fa
ma come non si muove...ma che lo facciano muovere!!!!

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

LondonNW6 10 ora fa
ma i residenti di brusciano sono pecore?

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

cinquanta 10 ora fa
VERGOGNA
abbiamo ciò che ci meritiamo

Mi piace! Rispondi

Grazia 10 ora fa
Bersani, se ti allei con quelli di casini non ti voterò mai più.

a 6 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Bice Ulissi 7 ora fa in risposta a Grazia
Si allea,si allea,per andare a governare si vendono anche l'anima

Mi piace! Rispondi

Von Richthofen 10 ora fa in risposta a Grazia
Sarebbe solo recidivo!
Lo ha già fatto in più di un'occasione, l'ultima in Sicilia.

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

cinquanta 10 ora fa in risposta a Grazia
dovresti non votarlo già da tempo..........lui e i suoi hanno votato di tutto e di più contro il popolo italiano

a 4 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

vai@cagare 10 ora fa
e poi in galera ci stanno i ragazzetti acchiappati con uno spinello!!
è proprio vero:
LA LEGGE E' UGUALE E PROPORZIONATA per tutti......o quasi!

a 3 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

guidomni 10 ora fa
Hanno anche il coraggio di criticare il MoVimento 5stelle... via questa gentaglia via per sempre e restituite il maltolto ai cittadini. Lo stipendio lo avete rubato e quindi lo dovete restituire alla cittadinanza e con gli interessi. A parte il fatto che si dovrebbero adottare provvedimenti del tipo: quando un sindaco o comunque chi ricopre poltrone pubbliche dovrebbero scattare le dimissioni d'ufficio. Via!! Fora dalle balle!!!!!!

a 5 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Muoviamoci 10 ora fa
Dov'è il problema?
Di che partito è?
U. D. C. alias Unione Dei Condannati
Non vedo problema, è solo questione di perfetta coerenza politica.

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

ilpeuceta 10 ora fa
Calci nel deretano a furor di popolo ?

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

due_emme 10 ora fa
Lasciatemi indovinare: resta al suo posto per non tradire i suoi elettori?

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

lela 10 ora fa in risposta a due_emme
o forse condannato.. a rimanere al suo posto. ma i veri condannati siamo noi che dobbiamo sopportare i delinquenti.

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Mony70 10 ora fa
Solo due parole: che schifo...

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

LucaMilano 10 ora fa
Confida come molti altri nel quarto grado di giudizio......dopo di che si appellerà al diritto di rispondere solo in sede di giudizio universale.

Segnala
a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Dario Marchetti 10 ora fa
Questi sono i nuovi alleati del PD, che ormai è l'acronimo di Partito Democristiano".

foxing 10 ora fa
Proprio non capisco. Cosa deve fare un un consigliere o un sindaco per essere cacciato?
Se rubi un pezzo di pane vai in galera in men che non si dica Quindi sarebbe bene che la legge fosse uguale per tutti per tutti, oppure no?

Segnala
a 12 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

antonia 46 10 ora fa
ma come non si muove...ma che lo facciano muovere!!!!

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

LondonNW6 10 ora fa
ma i residenti di brusciano sono pecore?

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

cinquanta 10 ora fa
VERGOGNA
abbiamo ciò che ci meritiamo

Mi piace! Rispondi

Grazia 11 ora fa
Bersani, se ti allei con quelli di casini non ti voterò mai più.

a 6 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Bice Ulissi 8 ora fa in risposta a Grazia
Si allea,si allea,per andare a governare si vendono anche l'anima

Mi piace! Rispondi

Von Richthofen 10 ora fa in risposta a Grazia
Sarebbe solo recidivo!
Lo ha già fatto in più di un'occasione, l'ultima in Sicilia.

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

cinquanta 10 ora fa in risposta a Grazia
dovresti non votarlo già da tempo..........lui e i suoi hanno votato di tutto e di più contro il popolo italiano

a 4 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

vai@cagare 11 ora fa
e poi in galera ci stanno i ragazzetti acchiappati con uno spinello!!
è proprio vero:
LA LEGGE E' UGUALE E PROPORZIONATA per tutti......o quasi!

a 3 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

guidomni 11 ora fa

Hanno anche il coraggio di criticare il MoVimento 5stelle... via questa gentaglia via per sempre e restituite il maltolto ai cittadini. Lo stipendio lo avete rubato e quindi lo dovete restituire alla cittadinanza e con gli interessi. A parte il fatto che si dovrebbero adottare provvedimenti del tipo: quando un sindaco o comunque chi ricopre poltrone pubbliche dovrebbero scattare le dimissioni d'ufficio. Via!! Fora dalle balle!!!!!!

a 5 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Muoviamoci 11 ora fa
Dov'è il problema?
Di che partito è?
U. D. C. alias Unione Dei Condannati
Non vedo problema, è solo questione di perfetta coerenza politica.

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

ilpeuceta 11 ora fa
Calci nel deretano a furor di popolo ?

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

due_emme 11 ora fa
Lasciatemi indovinare: resta al suo posto per non tradire i suoi elettori?

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

lela 11 ora fa in risposta a due_emme
o forse condannato.. a rimanere al suo posto. ma i veri condannati siamo noi che dobbiamo sopportare i delinquenti.

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Mony70 11 ora fa
Solo due parole: che schifo...

a 2 persone piace questo commento. Mi piace! Rispondi

LucaMilano 11 ora fa
Confida come molti altri nel quarto grado di giudizio......dopo di che si appellerà al diritto di rispondere solo in sede di giudizio universale.

a 1 persona piace questo commento. Mi piace! Rispondi

Dario Marchetti 11 ora fa
Questi sono i nuovi alleati del PD, che ormai è l'acronimo di Partito Democristiano.
Di zorro  (inviato il 05/12/2012 @ 00:40:47)
# 8
TERRITORIO E SVILUPPO, la ricetta vincente - Da Marigliano.net.
"Rilanciare il territorio di Brusciano puntando sullo sviluppo dell’economia locale. Questo il tema principale dell’incontro in programma venerdì prossimo a Brusciano. Un evento per strizzare l’occhio ai temi del futuro, senza trascurare il presente e tutte le sue problematiche.
Al centro del dibattito organizzato dai movimenti civici “Città Democratica” e “Fare Nuovo” c’è Brusciano e la sua gente. Non più territorio da tenere sotto controllo, ma una autentica occasione di sviluppo e di rilancio economico dell’intero comprensorio. Dal commercio all’industria passando per il tempo libero. Fino a diventare un piccolo attrattore del segmento ad est di Napoli.

“Lo sviluppo del territorio e il rilancio dell’economia locale –commenta l’avvocato Giosy Romano promotore dell’evento- devono essere al primo posto di quanti hanno a cuore le sorti della città e dei suoi abitanti. Soltanto premendo forte sull’acceleratore dell’economia locale possiamo lasciarci alle spalle il momento attuale e guardare con maggiore serenità al futuro”.

Ad aprire i lavori il giornalista sociologo Antonio Castaldo, grande conoscitore del fazzoletto di terra che comprende il comune di Brusciano. Sarà lui a tracciare le tematiche che saranno approfondite da Luigi Gravagnuolo, esperto di dinamiche del territorio e da Andrea Prete, vice presidente di Confindustria Campania.
Le conclusioni sono affidate a Giosy Romano che inizierà a delineare le linee programmatiche della sua candidatura a sindaco di Brusciano.
Territorio e Sviluppo, la ricetta vincente. Appuntamento venerdì 14 dicembre alle ore 18 nella scuola materna SMC Brando di viale Europa a Brusciano."
Di Nick  (inviato il 11/12/2012 @ 07:52:41)
# 9
Elezioni politiche 2013, il Governo punta all’election day a febbraio.
In vista delle elezioni politiche 2013, il Governo Monti punta all’election day per la fine di febbraio con lo scopo principale di risparmiare risorse economiche preziose data la situazione e la crisi economica in atto. L’esecutivo dei tecnici vorrebbe accorpare le elezioni politiche con quelle regionali e AMMINISTRATIVE. Il Viminale ha già pensato alle due possibili date: 17-18 febbraio o 24-25 febbraio. Tutto dipenderà dalla scelta del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano poiché per legge spetta a lui il potere di sciogliere le Camere. Nella prima opzione avanzata dal ministero dell’Interno il decreto presidenziale dovrà essere firmato nell’arco temporale che va dal 9 dicembre al 3 gennaio. Nella seconda opzione il periodo di riferimento è compreso tra il 16 dicembre e il 10 gennaio.
Di Rosanna  (inviato il 12/12/2012 @ 00:46:39)
# 10
Ancora una volta il nome del sindaco di Brusciano, riportato su tutti i quotidiani d'italia per fatti di cronaca, o meglio per fatti di camorra. Ecco alcuni articoli: da il mattino:
"Camorra all'assalto del centro nord
Arrestato presunto boss e le sue donne
Una era a casa del sindaco di Brusciano"
oppure, "Estorsione ed usura, 18 in cella. In manette anche la ex fidanzata del boss Vallefuoco, arrestata a casa del sindaco di Brusciano". Da Libero 24x7: "...anche un'ex amante di Vallefuoco, Lucia Esposito, che è stata arrestata oggi a Brusciano, in provincia di Napoli: è accusata di associazione di stampo mafioso e gli uomini del Ros l'hanno trovata a casa del sindaco di Brusciano, Angelo Antonio Romano (Udc), con cui a quanto si apprende attualmente la donna ha una relazione".
Cari Giudici SE NON ORA QUANDO?
Per quanto tempo ancora Brusciano, che non è solo quella che ha votato questo sindaco, deve patire la pubblica vergogna e l'umiliazione?
Di Rosanna  (inviato il 14/12/2012 @ 23:02:44)
# 11
Dopo l'ennesimo squallido, inquietante e vergognoso episodio che ha visto cor e' mamm (altro che sindaco!)- e per colpa sua anche la nostra cittadina - nuovamente ferita dai resoconti di cronoca nera apparsi sui quotidiani nazionali, i consiglieri di maggioranza, alcuni dei quali si definiscono "bravi ragazzi" (certo non la zucchina) e "appartenenti a famiglie perbene", restano incollati alle poltrone?!
Evidentemente abbiamo frainteso il significato delle loro parole: sono "bravi" a spartirsi la torta con il pregiudicato cor e' mam e lo fanno in maniera "perbene". Questo, ahinoi, intendevano.Senso delle Istituzioni? senso Civico? senso del Pudore?....fate solo senso!!! Che destino infausto (e forse meritato perchè scelto) per i bruscianesi: il brigante cor e' mam e i suoi manutengoli,compresi quei cittadini che ancora sono al suo fianco. E mentre la Procura di Nola dorme, dorme, dorme dorme....., su Brusciano si allungano le tenebre più cupe.
Di Mimmo  (inviato il 15/12/2012 @ 21:54:43)
# 12
Se vi resta un pò di dignità e di decenza, dimettetevi tutti, assessori e consiglieri. Salvate almeno la faccia voi giovani amministratori.
Di Nick  (inviato il 16/12/2012 @ 14:26:56)
# 13
Questa mattina Din - Don Antonio Romano ha preteso che i suoi consiglieri gli esprimessero SOLIDARIETA'! Innanzitutto credo che Din- Don Antonio non conosca il significato del termine solidarietà(visti i suoi trascorsi scolastici...) nè le ragioni per le quali, in certe situazioni, essa vada manifestata. Detto ciò, suggerisco sommessamente che i consiglieri di maggioranza, in quanto rappresentanti dei cittadini bruscianesi e investiti di una qualifica istituzionale, debbano esprimere solidatrietà non già al condannato Din - Don Antonio ma ai Carabinieri, ai magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia e soprattutto a noi cittadini mortificati, ancora una volta, dalle intollerabili gesta di Din - Don Antonio.
VERGOGNA! DIMETTETEVI
Di Franco  (inviato il 16/12/2012 @ 14:45:39)
# 14
Non sarebbe giusto né corretto mortificare ancora una volta la comunità bruscianese, per colpa di un lestofante, già noto alle forze dell'ordine. Si, questo sindaco lo conoscevate già, un provvedimento andava preso dopo la sua rielezione e soprattutto dopo la sua condanna, onde prevenire, poiché le sospensioni e gli scioglimenti hanno questo scopo. Oggi a pochi mesi dalla scadenza del suo secondo mandato, dove tutto ha potuto fare e appaltare (e sappiamo in cambio di cosa), sciogliere il comune sarebbe solo un danno ulteriore alla già mortificata economia del paese. Il provvedimento di sospensione, richiesto da più parti, doveva essere attuato già al tempo della I condanna, tutt'al più con il II rinvio a giudizio per abuso d'ufficio (dove il PM Visone ha richiesto la pena a due anni e due mesi), invece la Prefettura, nonostante una richiesta esplicita, ha voluto soprassedere.
Se proprio si vuole punire questo sindaco (non fermato in tempo) lo si deve sospendere e poi se colpevole applicare la giusta pena.
Oggi più che mai il popolo e la gente onesta ha bisogno di certezze, e se poi lo scioglimento dovrebbe essere l'unica alternativa e necessario che si faccia pulizia anche di coloro che l'hanno determinato.
Di gimmo  (inviato il 16/12/2012 @ 15:48:28)
# 15
Ecco poi gli altri elementi contenuti nella richiesta di provvedimento antimafia. Sono molti. Il sindaco Romano è stato condannato, in primo grado, nel 2011, a quattro anni di reclusione e cinque di interdizione dai pubblici uffici per tentata estorsione, a causa di una presunta richiesta di tangente a un pezzo grosso del cemento locale, Angelo Perrotta. Con Romano è stato condannato a tre anni anche il consigliere comunale di maggioranza Salvatore Papaccio. Poi, un mese fa, è caduta un’altra tegola sul sindaco. La procura di Nola ha chiesto una condanna ( l’accusa è relativa a un’assunzione in municipio, giudicata illegale ) a 2 anni e 2 mesi per l’esponente Udc sostenitore, alle ultime elezioni regionali, dei consiglieri Pdl Fulvio Martusciello e Paola Raia.

Ma negli ambienti politici della zona Romano è anche ritenuto molto vicino al parlamentare pomiglianese Nunzio Testa e all’assessore regionale Pasquale Sommese, orginario di Cimitile. Amicizie influenti, rovesci giudiziari. E tanti voti. Quasi cinquemila ne ha ottenuti Romano per diventare consigliere provinciale. Un consenso enorme per il sindaco di una cittadina di appena 15mila abitanti. Un appoggio popolare che però non gli ha risparmiato le attenzioni dell’antimafia. Nel 2006, al suo primo mandato, Romano e il consiglio comunale sono stati rimossi con un commissariamento scaturito al termine di un lungo lavoro della commissione d’accesso. Poi però il Consiglio di Stato ha annullato il provvedimento.
Di m.arca  (inviato il 17/12/2012 @ 09:58:18)
# 16
E PER LA SERIE "E IO PAGO"
COPIA N.Reg. Albo 1328 - Pubblicata dal 18/12/2012 al 02/01/2013
Comune di Brusciano
Provincia di Napoli
Via C. Cucca, n° 79 80031 Tel.: 081/5218111 - FAX: 081/519.01.91
DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE AREA LAVORI PUBBLICI
N° Reg. Gen.
964
OGGETTO: Affidamento incarico di supporto RUP relativo ai lavori
di Riqualificazione di via Cristoforo Colombo –
realizzazione di un parcheggio a raso e viale pedonale”-
“Riqualificazione di via Cimitero - Fornitura e
adeguamento delle attrezzature isola ecologica”.
Aggiudicazione definitiva – Codice CIG: ZC106A948A
N°Reg. Serv.
152
Data
18/12/2012
Del
13/12/2012
Oggi, 13 dicembre 2012, l’arch. Marilena D’Auria, in qualità di Responsabile del Procedimento,
relaziona quanto segue:
Premesso che:
a) questo Comune deve procedere alla realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria dei
lavori di :
1. Riqualificazione di via Cristoforo Colombo – realizzazione di un parcheggio a raso e
viale pedonale.
Stato dell’appalto: inizio lavori in data 24/09/12 sotto sotto riserva di legge (con le
riserve di cui all’art. 154 del Regolamento D.P.R. 207/2010).
2. Riqualificazione di via Cimitero.
Stato dell’appalto: Aggiudicazione provvisoria dei lavori.
3. Fornitura e adeguamento delle attrezzature isola ecologica.
Stato dell’appalto: Redazione bando di gara per affidamento di fornitura
b) questo Comune, avendo nominato per i suddetti lavori il Responsabile Unico del procedimento
- RUP - arch. Marilena D’Auria, ha la necessità di procedere all’affidamento dell’incarico
professionale a un tecnico esterno in possesso di competenze tecniche adeguate, per lo
svolgimento di funzioni di supporto al RUP;
c) le attività tecniche da espletarsi per il supporto al RUP, relativamente ai lavori indicati al punto
a), sono:
- attività di supporto tecnico ed amministrativo relativamente alle funzioni di responsabile
unico del procedimento di affidamento ed esecuzione dei contratti pubblici, ai sensi dell’art.
10 del comma 7° del D.Lgs. 12.4.2006, n. 163;
- attività di comunicazione e rapporto con altri Enti pubblici e con professionisti esterni
coinvolti nella esecuzione dei predetti lavori;
- attività di supporto alla verifica e alla validazione dei progetti;
- attività di controllo per le procedure di appalto ed esecuzione dei lavori;
- controllo atti amministrativi relativi all’intero procedimento di esecuzione dei lavori al
punto a), fino all’approvazione dei relativi certificati di collaudo e/o regolare esecuzione.
d) l’importo delle competenze professionali relative all’attività di supporto al RUP è stato stimato
forfettariamente in € 5.935,73 a base d’asta; le copertura economica relative ai progetti di cui in
oggetto sono garantite dai Quadri Economici Riepilogativi di seguito riportati :
• per quanto concerne il progetto di Riqualificazione di via Cristoforo Colombo –
realizzazione di un parcheggio a raso e viale pedonale è stato stimato un importo delle
competenze professionali pari ad € 1.650,00 omnicomprensivo di tutte le spese accessorie,
oltre IVA e Cassa come per legge, per un totale complessivo di euro 2.776,36; l’importo di
tali competenze professionali trova la copertura economica nella voce b.7 del seguente
quadro riepilogativo rimodulato:
Quadro Economico Riepilogativo Rimodulato
(approvato con determina dirigenziale N. 793 del 09/11/2012)
- A) Lavori
- a1. Lavori appaltati dalla ditta Ruggiero Costruzioni srl (a seguito del ribasso……………..Euro 25.581,09
- a2. Oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso……………………………….Euro 1.260,67
- TOTALE (A) Euro 26.841,76
- B) Somme a disposizione dell’Amministrazione
- b1 - IVA sui lavori al 21 %…………………………………..………………Euro 5.372,03
- b2 - IVA su oneri sicurezza al 21%…………………………………….…….Euro 264,74
- b3– Spese per prog. e sicurezza D.Lgs 81/08
comprensivo delle spese accessorie…………………………………………. Euro 1.470,78
- b4- Spese per D L. e coordinamento per la sicurezza D.Lgs 81/08…………. Euro 3.200,00
- b5– Cassa per spese tecniche e IVA (b3+b4)……………………………….. Euro 1.167,69
- b6– Spese Tecniche art. 92 Dlgs 163/06……………………………………Euro 891,00
- b7- Spese Tecniche per attività di supporto al R.U.P (compreso di Cassa ed IVA)….Euro 2.776,36
- b8- Spese Tecniche per attività di studio geologico, verifica sismica
e collaudo statico (compreso di Cassa ed IVA)…………………………………...Euro 4.089,80
- b9 - Imprevisti……………………………………………………………….. Euro 1.840,45
- b10 – Spese per pubblicità…………………………………………………..…Euro 40,00
- b11 - Economia residua……………………………………………………. Euro 8.928,92
TOTALE (B) Euro 30.041,77
TOTALE COMPLESSIVO DEL PROGETTO (A +B) Euro 56.883,51
• per quanto concerne il progetto di Riqualificazione di via Cimitero è stato stimato un
importo delle competenze professionali pari ad € 3.650,00 a base d’asta omnicomprensivo
di tutte le spese accessorie, ad esclusione di IVA e Cassa come per legge, per un totale
complessivo di euro 4.593,16; l’importo di tali competenze professionali trova la copertura
economica nella voce b.5 del seguente quadro riepilogativo rimodulato:
Quadro Economico Riepilogativo Rimodulato
(approvato con determina dirigenziale N. 791 del 09/11/2012)
A) Lavori
- a1. Lavori appaltati alla ditta F.G.Appalti ( a seguito del ribasso del 34,873%)…..Euro
132.918,27
- a2. Oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso……………………….…………Euro
2.000,00
TOTALE (A) Euro
134.918,27
B) Somme a disposizione dell’Amministrazione
- b1 - IVA sui lavori al 21 % …………………………………………..……………Euro
27.912,83
- b2 – IVA su oneri sicurezza al 21% ………………………………………..…...…Euro
420,00
- b3– Competenze tecniche: progettazione definitiva, esecutiva,
e piano di sicurezza in fase di progettazione ai sensi del D.Lgs 81/08,
comprensivo di Cassa e IVA…………………………………….………………...Euro
8.447,01
- b4– Direzione Lavori e contabilità, coordinamento piano di sicurezza ai sensi
del D.Lgs 81/08, comprensivo di Cassa e IVA……………………………………..Euro
7.552,99
- b5– Spese tecniche per competenze professionali riguardanti
l’attività di supporto al R.U.P, comprensivo di Cassa e IVA…………..…………..Euro
4.593,16
- b6– Spese Tecniche art. 92 Dlgs 163/06…………………………….....................Euro
4.081,82
- b7– Economie residue…………………………………………….…..................Euro 81.525,70
- b8– Spese di gara e pubblicità……………………………………….…...................Euro 225,00
- b9– Imprevisti …………………………………………………...….....................Euro 1.861,29
TOTALE (B) Euro
136.619,80
TOTALE COMPLESSIVO DEL PROGETTO (A+B) Euro 271.538,07
• relativamente al progetto di Fornitura e adeguamento delle attrezzature isola ecologica è
stato stimato un importo delle competenze professionali pari ad € 635,73 a base d’asta
omnicomprensivo di tutte le spese accessorie, ad esclusione di IVA e Cassa come per legge,
per un totale complessivo di euro 800,00; l’importo di tali competenze professionali trova
la copertura economica nella voce b.3 del seguente quadro riepilogativo:
Quadro Economico Riepilogativo
(approvato con Delibera di G.M. N. 126 del 23/06/2011)
A) Lavori
- a1. Fornitura a base d’asta…………………………………….……Euro 63.583,33
TOTALE (A) Euro 63.583,33
B) Somme a disposizione dell’Amministrazione
- b1 - IVA sulla fornitura al 20 % ……………………….. …………Euro 13.352,49
- b2 - Competenze tecniche art. 92 Dlgs 163/06 …………………… .Euro 1.271,67
- b3 - Servizi di ingegneria per coordinamento progetto, sopralluoghi,
assistenza al collaudo, assistenza alla documentazione di rendicontazione
all’Ente finanziatore, controllo e documentazione del Progetto secondo
il sistema di qualità ISO 9001 comprensivo di Cassa e IVA…...... Euro 800,00
- b4 - Formazione degli addetti …………..…………………………....Euro 500,00
- b5 - Imprevisti ………………………….…………………………. Euro 492,00
TOTALE (B) Euro 16.416,67
TOTALE COMPLESSIVO DEL PROGETTO (A +B) Euro
80.000,00
DATO ATTO CHE:
- con determina del Responsabile dell’Area LL-PP. R/G n. 904 del 10/12/2012 si è provveduto ad
aggiudicare provvisoriamente l’incarico di supporto al RUP relativo ai 3 progetti di: 1)
Riqualificazione di via Cristoforo Colombo – realizzazione di un parcheggio a raso e viale
pedonale, 2) Riqualificazione di via Cimitero, 3) Fornitura e adeguamento delle attrezzature all’
arch. Capasso Arcangelo, al quale spetta una parcella comprensiva delle spese accessorie, pari
a €. 4.986,01 oltre Cassa (4%) ed IVA (21%) calcolata applicando il proprio ribasso offerto in sede di gara del 16,00% al valore posto a base d’asta della parcella complessiva stimato in €.
5.935,73 oltre Cassa ed IVA; la spesa complessiva dei suddetti servizi tecnici ammonta pertanto
ad euro 6.247,39 compreso di Cassa al 4% ed IVA al 21%
- che con nota n. 24322 del 11/12/2012 è stata fatta richiesta all’arch. Arcangelo Capasso di
produrre la documentazione per la verifica dei requisiti morali e la regolarità contributiva;
- che con nota prot. n. 24458 del 12/12/2012 l’arch. Arcangelo Capasso trasmetteva la
dichiarazione sostitutiva di compatibilità a trattare con la Pubblica Amministrazione,
dichiarazione sostitutiva del certificato casellario giudiziale, dichiarazione sostitutiva del
certificato carichi pendenti e attestazione rilasciata da INARCASSA relativamente alla regolarità
contributiva, dalle quali si rileva che non ci sono motivi ostativi per l’affidamento dell’incarico.
Visto:
- le autocertificazioni rese e prodotte dall’arch. Arcangelo Capasso, ai sensi e per gli effetti
dell’art. 15 della Legge n.183 del 12.11.2011;
- i necessari accertamenti, da parte della Stazione Appaltante, presso gli enti preposti composti
dalla seguente documentazione:
a) il certificato del Casellario Giudiziale rilasciato dalla Procura della Repubblica presso il
Tribunale di Nola in data 10.07.2012 dal quale risulta “NULLA” a carico del sig. Arcangelo
Capasso;
b) la richiesta prot. 13385 del 02.07.2012 del Comune di Brusciano del certificato dei carichi
pendenti con annotazione in calce allo stesso del visto rilasciato dalla Procura della Repubblica
presso il Tribunale di Nola in data 03.07.2012 dal quale risulta che a carico dell’arch. Arcangelo
Capasso non ci sono carichi pendenti;
Alla luce di quanto sopra esposto si può provvedere ad aggiudicare definitivamente l’incarico di
supporto al RUP relativo ai 3 progetti di: 1) Riqualificazione di via Cristoforo Colombo –
realizzazione di un parcheggio a raso e viale pedonale, 2) Riqualificazione di via Cimitero, 3)
Fornitura e adeguamento delle attrezzature isola ecologica all’ arch. Capasso Arcangelo, al quale
spetta una parcella comprensiva delle spese accessorie, pari a €. 4.986,01 oltre Cassa (4%) ed IVA
(21%) calcolata applicando il proprio ribasso offerto in sede di gara del 16,00% al valore posto a
base d’asta della parcella complessiva stimato in €. 5.935,73 oltre Cassa ed IVA.
La spesa complessiva dei suddetti servizi tecnici ammonta pertanto ad euro 6.247,39 compreso di
Cassa al 4% ed IVA al 21%
Il Responsabile del Procedimento
Arch. Marilena D’Auria
IL RESPONSABILE DELL’AREA LL.PP.
VISTA la relazione istruttoria che precede
VISTA la legge n. 241 del 07/08/1990;
VISTE il T.U.E.L. D.Lgs.n° 267 del 18 agosto 2000;
VISTO lo Statuto Comunale ed il vigente Regolamento di Contabilità;
VISTO il Regolamento Comunale per l’organizzazione degli Uffici e dei Servizi;
VISTO il Codice degli Appalti D.Lgs n.163 del 12.04.2006 e il Regolamento di attuazione;
RITENUTO opportuno provvedere in merito;
DETERMINA
1. di prendere atto di quanto riportato nella premessa;
2. di aggiudicare definitivamente l’incarico dei servizi tecnici di supporto al RUP per i
progetti di Riqualificazione di via Cristoforo Colombo – realizzazione di un parcheggio a
raso e viale pedonale - Riqualificazione di via Cimitero - Fornitura e adeguamento delle
attrezzature isola ecologica all’arch. Capasso Arcangelo nato il 16/05/1971 a Napoli
residente in Brusciano (NA) alla via C. Cucca N. 372, C.F. CPSRNG71E16F839K e
P.IVA 05619721219, al quale spetta una parcella comprensiva delle spese accessorie,
pari a €. 4.986,01 oltre Cassa (4%) ed IVA (21%) calcolata applicando il proprio ribasso
praticato in sede di gara del 16,00% al valore posto a base di gara della parcella stimata
complessivamente in €. 5.935,73 oltre cassa ed IVA;
3. La spesa complessiva dei suddetti servizi tecnici ammonta pertanto ad euro 6.247,39
compreso di Cassa al 4% ed IVA al 21% e trova copertura all’interno dei quadri
economici rimodulati trascritti in premessa:
4. Darsi atto che i pagamenti avverranno in ottemperanza alle norme sul patto di stabilità
interno e che la spesa è assunta ai sensi dell’art. 9 comma 2 D.L. 78/2009.
La presente determinazione :
anche ai fini della pubblicità degli atti e della trasparenza amministrativa, sarà pubblicata
all'Albo Pretorio Comunale da oggi per quindici giorni consecutivi.
Sarà trasmessa al Responsabile del Servizio Finanziario per la prescritta attestazione di regolarità
contabile e copertura di cui all'art. 151, comma 4, del T.U.E.L. n° 267/2000 e diverrà esecutiva
con l'apposizione della predetta attestazione.
A norma dell’art. 8 della legge n° 241 del 1990, si rende noto che Responsabile del
Procedimento è l’arch. Marilena D’Auria- e potranno essere richiesti chiarimenti anche a mezzo
telefono al n° 081/5218209.
Il Responsabile Area LL.PP.
Arch. Marilena D’Auria
IL RESPONSABILE AREA FINANZIARIA
Ai sensi dell’art. 183, del D.Lgl s.n. 267/00 comma 1, si
attesta che l’impegno della spesa derivante dal presente atto è
assunto dal responsabile del servizio sul BILANCIO
che presenta la seguente situazione contabile:
Titolo 2 2
Funzione 8 9
Servizio 1 5
Intervento 1 5
Capitoli n. 3111/25 n.3111/24 n. 3111/9 3468
Impegno n. 2618/11; N. 2325/11; N.606/2/10 N. 2347/12
Importo € 6247,39
ATTESTAZIONE COPERTURA
FINANZIARIA ART. 151 c. 4
D.LG. 267/2000
A) Accert.ti entrata tit. 1,2,3
€. _____________________
B) Impegni di spesa
€.______________________
COPERTURA FINANZIARIA
€.________________________
PRESENTE IMPEGNO
Ai sensi dell’art.151, comma 4, del D.Lgs 267/2000, si esprime parere favorevole per quanto attiene
la regolarità contabile, attestando la relativa copertura finanziaria.
IL RESPONSABILE AREA FINANZIARIA
dott. Angelo Tarantino

RIFLESSIONE :
COMUNE DI BRUSCIANO UFFICIO TECNICO:
ARCHITETTI CAPI EFFETTIVI N 2
GEOMETRA-ARCHITETTO N 1
GEOMETRA INGEGNERE N 1
GEOMETRA EFFETTIVI N 2
GEOMETRA A TEMPO N 2
ECC. ECC.
MA P'STU CESS' E PAESE QUANTI C'E' NE VOGLIONO, A SI
UN PAIO DI RUP EXTRA CON SEDIA FISSA.
INCOMINCIATE A CAPIRE COSA SUCCEDERA' E CONSIDERATE CHE STAVOLTA IL SI SALVI CHI PUO' NON FUNZIONERA' SARA' SEGNALATO TUTTO AI COMMISSARI.
Di Nick  (inviato il 18/12/2012 @ 14:40:12)
# 17
Il sindaco:«Amo la donna del boss
e non mi dimetto»

PER APPROFONDIRE: napoli, lucia, sindaco, camorra, boss, arrestata, brusciano
di Pino Neri
BRUSCIANO - Elegante, nel taschino una pochette intonata all’abito portato senza cravatta, il sindaco Angelo Antonio Romano, 59 anni, sospeso dall’Udc, sfoga rabbia e preoccupazione nel suo ufficio videosorvegliato, al primo piano del municipio.
Arrestata. Malumori a stento tenuti a bada dopo che i carabinieri, all’alba di venerdì, hanno fatto ingresso nell’abitazione del primo cittadino per arrestare la sua convivente, la trentaseienne Lucia Esposito: bellezza mozzafiato ma accuse da brivido, camorra, usura ed estorsione. Reati che sarebbero stati consumati nel nord Italia dove la donna avrebbe agito per conto dell’ex amante, Francesco Vallefuoco, bruscianese residente a San Marino, ritenuto dalla Dda di Bologna il collettore degli interessi dei clan in terra di Romagna. Ora Lucia si trova nel carcere di Pozzuoli.
Intanto le forze dell’ordine hanno chiesto al prefetto di adottare provvedimenti cautelari nei confronti del Comune.

Sindaco, dopo la condanna in primo grado per tentata concussione e dopo un secondo processo, per un’assunzione illegale, cade quest’altra tegola...

«Una brutta storia. Ma io sono innamorato di Lucia e non la abbandonerò. È una colpa essere innamorati? Sono questioni personali. Lei è stata usata, è stata plagiata».

Usata o no, la responsabilità penale è individuale. E la sua convivente è accusata di reati pesanti. Delitti di camorra. E lei è un sindaco. Le sembra una condizione compatibile?
«Lucia è una brava persona, se non lo fosse stata non avrei scelto di vivere con lei. Sapevo che aveva avuto dei problemi. Sono state coinvolte tante altre persone. C’è anche una vigilessa coinvolta nell’inchiesta. Penso che Lucia abbia agito sempre in buona fede. Mi ha fatto capire di essere stata usata. Ecco, guardate qui: è la denuncia per stalking che ha sporto dai carabinieri contro Vallefuoco».

Come vive questa vicenda? È preoccupato?

«Potevo essere preoccupato di un atto amministrativo illegale. Qui però i carabinieri sono venuti e non hanno riscontrato niente, dal 2008 a oggi. Anche in passato non c’è stato niente: siamo stati sciolti per camorra solo perché un amministratore ha dato uno schiaffo al segretario comunale».

Ma il Comune ha mai elargito finanziamenti, per i cortei dei Gigli, a quello chiamato «Uragano», cioè alla paranza della famiglia Vallefuoco?

«Li do a titolo personale. Ma li do a tutti i gigli, in egual misura. E poi i componenti della famiglia Vallefuoco sono miei assistiti, tutte brave persone».

Non intende dimettersi?

«Ho pensato di dimettermi ma sarebbe come ammettere colpe che invece non ho».

Sindaco, guai giudiziari a parte, appena un mese fa l’architetto dell’ufficio tecnico comunale si è ritrovato una bomba davanti al suo studio...

«Ci sono molti appetiti attorno al piano regolatore. In campagna elettorale c’è chi ha speso 200mila euro per ritrovarsi a bocca asciutta».

Questo nuovo piano regolatore prevede la costruzione di quanti appartamenti?

«Tra i 700 e gli 800».

Si ripresenterà alle prossime elezioni?

«No, non ne voglio sapere più di politica. Qui se sei efficiente e hai consenso poi te la fanno pagare»
CONDIVIDI L'ARTICOLO


DIVENTA FAN DEL MATTINO

martedì 18 dicembre 2012 - 18:06
Di SARA  (inviato il 18/12/2012 @ 21:31:25)
# 18
Questo sindaco nello strenuo tentativo di difendere la sua amata, fa una grande confessione e tira in ballo un'altra donna, che a dire dei beni informati è stata anch'essa una sua fiamma.
Dovete sapere e mi rivolgo a coloro che non sono di Brusciano o che per lavoro non lo vivono, questa donna fu assunta insieme ad un'altra ragazza qualche anno fa da questo sindaco come vigilessa a tempo (18 mesi). Allo scadere del contratto però, delle due ragazze solo una poteva continuare ad esercitare le funzioni di vigilessa. Guarda caso chi ottenne il rinnovo del contratto, la vigilessa rivelatasi poi, per stessa ammissione del sindaco, avere problemi con la giustizia e più in particolare, quella coinvolta nella stessa vicenda in cui è coinvolta la sua amata convivente.
Rinnovo casuale o condizionamento???
Da quando al comune di Brusciano impera questo sindaco, negli ultimi tempi meglio conosciuto come "don antonio detto o core e mamma", parecchi impiegati hanno o hanno avuto problemi con la giustizia, addirittura qualcuno è stato già processato e condannato.
Ma la cosa grave e che questo sindaco o come lo definiscono i giornali di cronaca, il don Antonio, si lamenta che non tutti i suoi consiglieri gli hanno espresso solidarietà.
Finalmente!!!
Finalmente qualcuno si sta svegliando da questo sonno durato anche troppo.
A quei consiglieri ed assessori avvolti ancora dal torpore dico, svegliatevi, nel paese non siete considerati delle persone solidali, bensì semplici sodali di un dichiarato delinquente.
Di Rosanna  (inviato il 18/12/2012 @ 22:58:58)
# 19
BRUSCIANO – Assolto il sindaco Angelo Antonio Romano dall’accusa di abuso in atti d’ufficio. Il processo si è concluso pochi minuti fa presso il Tribunale di Nola .

Sotto la lente era la nomina nel suo staff di Francesco Cerciello, cugino del consigliere comunale, Vincenzo Cerciello. Il PM Visone aveva chiesto 1 anno e 4 mesi di reclusione per Cerciello e 2 anni e due mesi di reclusione e interdizione temporanea dai pubblici uffici per il primo cittadino Romano.

Era il luglio del 2008 quando il sindaco, Romano, varò l’ufficio staff dando corso all'assunzione. Assunzione che non sfuggi all'opposizione che accusò il primo cittadino di clientelismo mettendo in evidenza l'illecito commesso. Secondo l'accusa il sindaco avrebbe dato corso all’assunzione senza tenere conto che lo statuto comunale non prevede l’assegnazione di incarichi a congiunti di membri del civico consesso fino al quarto grado.
Adesso l’assoluzione in primo grado per il sindaco di Brusciano Angelo Antonio Romano e Francesco Cerciello.

Peppe Terracciano - (facebook)· Città di San Marino
Cor e ma' si o Nummere UNO

Questo sig. Terracciano che festeggia l'assoluzione di cuor di mamma scrive su Facebook dalla città di San Marino ed è un sostenitore del giglio uragano. Ogni riferimento è puramente casuale?

Di anonima  (inviato il 20/12/2012 @ 01:07:08)
# 20
La Guardia di Finanza consegna un'ordinanza
di custodia ai domiciliari a Massimo Ianniciello (Pdl)
PER APPROFONDIRE: consiglio regionale, sessantamila euro, domiciliari
di Leandro Del Gaudio
NAPOLI - Una società cartiera svedese, specializzata in rottamazione e commercio all'ingrosso di rottami al centro delle indagini che hanno condotto agli arresti domiciliari Massimo Ianniciello. Classe 1972, commercialista e esponente del Pdl in consiglio regionale , deve rispondere di truffa e peculato, in relazione all'incasso di oltre sessantamila euro dopo aver presentato - scrive il gip D'Auria - false fatture per sessantamila euro. Nella stessa indagine, i finanzieri del nucleo di polizia tributaria del colonnello nicola Altiero hanno perquisito casa e ufficio di Fulvio Martusciello, ex capogruppo Pdl, che avrebbe girato le richieste di rimborso "per quietanza" alla sezione bilancio della Regione, mentre è stata rigettata la richiesta di misura cautelare a carico del commercialista Antonio Pazzona.

Formalmente residente a Bacoli - un indirizzo completamente fittizio - la general trade international è risultata intestata a due cittadini svedesi, ed è diventato il centro dell'inchiesta condotta dal pm antimazzette Giancarlo Novelli, in forza al pool mani pulite dell'aggiunto Francesco Greco.

Come faceva il consigliere a farsi liquidare soldi pe sessantamila euro in pochi mesi? I soldi sarebbero stati sbloccati attingendo al fondo per la comunicazione, secondo quanto emerge dalle ricevute emesse - risultate false - che attestavano la realizzazione di meeting di interesse politico: conferenze stampa - si legge nell'oggetto delle richieste - con più di quattrocento persone, professori universitari, buffet, materiali informativi e audioriproduttivi. Ovviamente - scrive il gip - nessun evento in concreto era stato realizzato. In altre richieste di bonifico, oltre all'immancabile buffet, comparivano anche riferimenti a volantini e manifesti elettorali.

Quello di oggi è solo il primo step di un'inchiesta di più alto profilo che punta a passare al setaccio il volume d'affari del consiglio regionale nelle ultime due consiliature.
CONDIVIDI L'ARTICOLO


LINK ASSOCIATI
Martusciello: «Sotto accusa soloper omesso controllo»
DIVENTA FAN DEL MATTINO

giovedì 20 dicembre 2012 - 08:08
Di gimmo  (inviato il 20/12/2012 @ 19:09:18)
# 21
ma vuò verè ca cor e mamm è a persona onesta e nui simm e fetenti? incomincia a sorgermi il dubbio, sarà che non mi riconosco più.

Anonymous
Di Nick  (inviato il 20/12/2012 @ 19:19:00)
# 22
Cronaca: Il malaffare nelle amministrazioni pubbliche. Il sindaco di Brusciano UDC Angelo Antonio Romano.
OTT 30
Pubblicato da Redazione
La sfacciataggine senza limite di alcuni “loschi personaggi” mi indigna, si mi indigna, perché hanno la faccia come il proprio sedere, e il cittadino paga.Mi chiedo prima di tutto perché, se il primo cittadino di Brusciano, Angelo Antonio Romano, é stato condannato a quattro anni di reclusione, all’interdizione dai pubblici uffici per 12 anni, al risarcimento di 10mila euro ed al pagamento delle spese processuali, è ancora libero e fa il Sindaco?

E come è possibile che sia una persona perbene, estranea ai fatti se addirittura è convivente con tale Lucia Esposito, non certo una santa, ma addirittura l’ex amante e convivente del noto boss Francesco Vallefuoco?

Si proprio cosi, se lui è cosi bravo come mai, manco a farlo apposta si mette insieme con una persona, Lucia Esposito, che di certo non è un fiorellino di pace e amore appena sbocciato, anzi fu arrestata insieme al boss Vallefuoco.

Ma ancora di più da dire, come mai l’inevitabile l’immediato intervento del Prefetto, il quale doveva mettere subito in atto le procedure di scioglimento del Consiglio Comunale di Brusciano, non è successo?

Tutti si sarebbero aspettati che davanti a questa sentenza, un atto di responsabilità da parte del Sindaco: le dimissioni, per potersi difendere nei successivi gradi di giudizio. Ma Romano Angelo Antonio, detto “core e mamma” per l’animo nobile, non l’ha fatto. Anzi ha continuato la sua attività perché c’erano in atto situazioni interessanti per lo sviluppo dell’edilizia a Brusciano. Cosi ha continuato la sua attività di Sindaco (?).

Ricordiamo che il Sindaco è recidivo perché già nel 2006 lo stesso Comune di Brusciano fu sciolto con decreto dell’allora ministro dell’Interno Pisanu per infiltrazioni camorristiche. Il consiglio di Stato accolse invece il ricorso del sindaco, che fu reintegrato e successivamente (nel 2008) rieletto.

Abbiamo assistito all’incomprensibile silenzio del prefetto di Napoli e del Ministero degli Interni, che davanti a una condanna, seppur di primo grado, e all’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni, non siano intervenuti per sciogliere questo Comune. Davanti a questa sentenza non si può lasciare un sindaco al suo posto. Il messaggio che ne deriva è devastante per la società civile e per le tante persone che si battono per i diritti e la legalità, in terra di camorra.

Quindi un Sindaco che non può nascondere le macchie, anzi è diventato un dalmata, e cosi anche la sua donna Lucia Esposito che con la sua presenza nella vita di Don Angelo Antonio, ha contribuito nell’affermazione di cosa è in realtà Angelo Antonio Romano.

A quanto lo si manda a casa e si va avanti nel fare giustizia.

Alberto Calistri
Di m.arca  (inviato il 20/12/2012 @ 23:53:26)
# 23
ALLORA è PROPRIO VERO CHE ALCUNI, POCHI, ANNI FA "PIOVETTERO" DAI LASTRICI DEI PALAZZONI DELLA 219 LE JAGUAR (SI DICE COSI')
SE OGGI SI PROVVEDE GIA' A "RIPEZZARE" E SPERIAMO CHE QUESTE RIPEZZATURE NON FACCIANO DILUVIARE.............
N.Reg. Albo 1343 - Pubblicata dal 21/12/2012 al 05/01/2013
Comune di Brusciano
Provincia di Napoli
Via C. Cucca, n° 79 80031 Tel.: 081/5218111 - FAX: 081/519.01.91
DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE AREA LAVORI PUBBLICI
N° Reg. Gen.
973
OGGETTO: Manutenzione Straordinaria ai lastrici solari dei
fabbricati zona 219. Affidamento ditta EDIL GE.MI.
s.a.s. Codice CIG n.Z7207CD4C0 .
N°Reg. Serv.
156
Data
21/12/2012
Del
17/12/2012
RELAZIONE ISTRUTTORIA
.......................

ANONYMOUS
Di Nick  (inviato il 21/12/2012 @ 14:29:59)
# 24
E' proprio vero che questo sindaco è un soggetto inattendibile! Basta leggere l'articolo rilasciato ad Affari Italiani, riportato nella chat qui a fianco, e quello poi rilasciato al Mattino di Napoli. In sole 24 ore cambia per tre volte la versione dei fatti.
Ecco quanto riportato nelle sua intervista rilasciata al Mattino di Napoli, (non certo un quotidiano di paese) sui suoi sentimenti nutriti verso la sig.ra Lucia Esposito e ciò che pensa dei Vallefuoco.
E' la solita storia, così come accadde nell'inchiesta di Report RAI TRE; (il video è ancora visionabile su questo sito), prima disse ai cronisti di passare verso mezzo giorno per rilasciare la sua intervista, poi forte dei suoi guardia spalle (i due nipoti), si tirò indietro.
Da il Mattino: "BRUSCIANO – Un amore folle, più forte di qualsiasi convenienza sociale. Più forte di un incarico politico, di una reputazione da mantenere. A Brusciano, terra ai limiti della legalità nella quale i cittadini onesti sono pochi, perfino il sindaco finisce sotto accusa. Messo in scacco da una donna, la sua compagna: bella da togliere il fiato, mora e procace, la “mantide” dell’hinterland napoletano ha un passato nero sul quale gli inquirenti stanno cercando di far luce. Lucia Esposito, 36 anni, da questa notte è rinchiusa nel carcere femminile di Pozzuoli: l’accusa è terribile, camorra, usura ed estorsione. La donna avrebbe agito per conto del suo ex amante, tale Francesco Vallefuoco, un cosiddetto “uomo del clan” che operava in terra romagnola. Qui, nel Nord Italia, Lucia si sarebbe macchiata degli orrendi crimini.

Il sindaco Angelo Antonio Romano, 59 anni, però, non ci sta. Non può accettare che il suo amore resti rinchiusa tra le sbarre, il suo dolore è troppo grande: “SONO INNAMORATO DI LUCIA E NON LA ABBANDONERO'. È UNA COLPA ESSERE INNAMORATI? SONO QUESTIONI PERSONALI. LEI E' STATA USATA E' STATA PLAGIATA” – ha detto in un’intervista rilasciata a ‘Il Mattino’ –“ Lucia è una brava persona, se non lo fosse stata non avrei scelto di vivere con lei. Sapevo che aveva avuto dei problemi. Sono state coinvolte tante altre persone. C’è anche una vigilessa coinvolta nell’inchiesta. Penso che lei abbia agito sempre in buona fede. Mi ha fatto capire di essere stata usata. Ecco, guardate qui: è la denuncia per stalking che ha sporto dai carabinieri contro Vallefuoco”.

Il sindaco non ha intenzione di dimettersi per questa vicenda e, anche se le forze dell’ordine hanno chiesto al prefetto misure cautelari nei confronti del Comune, ribadisce che lui non c’entra nulla con la camorra. Tuttavia, dalle indagini è risultato che, durante la tradizionale Festa dei Gigli, sono stati dati dei finanziamenti al Giglio “Uragano”, guarda caso di proprietà della famiglia Vallefuoco: “Li do a titolo personale. Ma li do a tutti i gigli, in egual misura. E poi i componenti di quella famiglia sono miei assistiti, tutte brave persone”. Ma allora, perché la denuncia di stalking? Una faccenda dai contorni foschi su cui, si spera, sarà fatta giustizia."
Di Nick  (inviato il 21/12/2012 @ 17:53:33)
# 25
da "IL MATTINO"

CASORIA -ABUSI E CONDONO BLITZ AL COMUNE DI CASORIS: QUATTRO INDAGATI-
..................................
L'inchiesta è in fase decisamente embrionale.Ma qual è l'impianto su cui si muovono gli investigatori? Ci sono state agevolazioni nel rilascio dei permessi per costruire? Qualcuno ha utilizzato le agevolazioni dell'ultimo condono edilizio per sanare abusi comprovati?
-APPALTI A VILLA LITERNO, CONDANNATO L'IMPRENDITORE CHE PAGAVA L'EX SINDACO

Casoria e Villa Literno due comuni ad un tiro di schippo da Brusciano, altri tribunali, altri investigatori altra legge? Li i capi di imputazione sono pesanti, qui capi più pesanti non sono imputabili. Non bisogna essere un pozzo di scienza per individuare il marcio, basta scorrere il protocollo telematico comunale per capire le nefandezze commesse da amministratori e cricca comunale (ufficio tecnico e tributi in primis).
Povero Brusciano terra di camorra amministrativa genuflessa ad un lestofante che vestito a festa mostra il fazzolettino nel taschino della giacca con camicia sbottonata e senza cravatta (very chic man) che esulta e "sprtea" per assoluzione da quattro soldi e non nasconde la testa nella merda per tutto quello che ha combinato in questo paese di lecchini poveri di dignità e di spirito ovvero di disonesti cazzimmosi.

BUON NATALE A......... SOLO AI BUONI

ANONYMOUS
Di Nick  (inviato il 22/12/2012 @ 20:01:21)
# 26
E, all'improvviso come dal nulla apparvero due penisole nel tracciato di via cimitero, e allora, allora speriamo che me la cavo e che per fare un piacere (parcheggio privato per clienti?) al consigliere parente acquisito voi altri stolti e genuflessi paesani "nun vi rumpite e cosce o qualcosaltro"
BUON NATALE

ANONYMUS
Di Nick  (inviato il 25/12/2012 @ 20:13:55)
# 27
BUON ANNO
Buon anno al mio cassetto dei sogni ove ormai c’è solo polvere.
Buon anno alle tardone perché danno senza pretendere.
Buon anno alle lolite che danno pretendendo.
Buon anno al nichilista che ama solo se stesso.
Buon anno al nevrotico che non sa quello che vuole.
Buon anno al vero uomo che muore in piedi sul letto.
Buon anno a quelle donne che ti amano anche quando tu non le ami più.
Buon anno ai cinici realisti senza scrupoli.
Buon anno a chi vuol sentirsi sempre giovane ma è già vecchio.
Buon anno al ricco che vive da povero, non merita di essere ricco.
Buon anno alle donne che si negano, quando si concedono, non danno più pace.
Buon anno…….. anzi no “CATTIVO ANNO” a quanti hanno rovinato l’Italia, agli amministratori e ai genuflessi leccaculo dipendenti comunali che hanno rovinato questo nostro povero e derelitto Brusciano e che si spacciano e dicono di frequentare solo persone perbene e……….. chi pensa solo a se stesso, fa come fanno tutti.
ANONYNOUS
Di SARA  (inviato il 30/12/2012 @ 20:37:13)
# 28
MARIGLIANO – NOLA - Il presidente provinciale del Pd di Napoli Massimiliano Manfredi ringrazia quanti hanno creduto in lui in merito al risultato delle primarie per i parlamentari del PD di Napoli. Ringrazia , commosso, in particolare, per lo straordinario successo e per il plebiscito avuto nel nolano-marigliano. E lo fa in un appassionato comunicato che qui pubblichiamo integralmente.

“Voglio ringraziare i 4055 elettori che grazie al loro voto libero e fuori da apparanti e correnti hanno consentito il mio successo personale cosi’ come quello di tanti altri giovani e donne proposti nella lista del PD. Oggi è stata scritta una pagina nuova nella storia del PD e del centrosinistra napoletano, il mio voto diffuso in ogni comune della provincia ed in ogni quartiere della città di Napoli dimostra che il duro lavoro di questi 3 lunghi anni è stato largamente premiato dandomi la responsabilità di essere tra i primi 6 uomini che tra camera e senato rappresenteranno il PD di napoli e provincia nelle future assise parlamentari.

Non posso pero’, non tenere conto del plebiscito avuto con oltre 1600 preferenze nel nolano-mariglianese che mi ha adottato in larghissima parte come candidato di questo collegio dandomi la possibilità con forte certezza di poterlo rappresentare finalmente dal versante del centrosinistra dopo circa 20 anni consecutivi di ineffabile malgoverno di centrodestra di questo territorio con anche alcune serie responsabilità dei precedenti governi centrali del centrosinistra che non abbiamo mai nascosto. Ai pochissimi elettori e dirigenti che in piena libertà ed autonomia hanno deciso di non seguire il progetto voluto con forza dai circoli del nostro territorio voglio sommessamente far notare che l’affermazione mia e di tanti giovani e donne in queste primarie ha definitivamente chiuso la stagione di cappe correntizie ed oligarchie e mi auguro che questo risultato faccia comprendere anche a loro che il lievito del cambiamento e del rinnovamento è finalmente arrivato anche sul nostro territorio.

Il mio compito sarà quello di essere garante dell’insediamento di una nuova e finalmente autorevole classe dirigente locale, mix di esperienza e di rinnovamento, in grado di aprire finalmente una nuova stagione anche in questo collegio e mi auguro che tutti, a prescindere dalle preferenze individuali espresse sabato, vogliano condividere e dare il loro prezioso con saggezza a questo progetto. Ai tanti elettori delusi dal centrodestra locale che guardano con simpatia ed interesse al nostro progetto già da diversi mesi dico che il PD avrà sempre le porte aperte per tutti loro a patto che il loro interesse sia al progetto collettivo e non agli interessi personali. Colgo l’occasione per fare i migliori auguri a tutti i miei compaesani per un 2013 almeno un po migliore rispetto al passato e soprattutto ricco di sfide e impegni difficili per tutti noi. Auguri a tutti.”

Solo a Brusciano gli sparuti giovani PD seguono ancora le logiche delle cappe correntizie ed oligarchiche DI DEMOCRISTIANA MEMORIA (vedi prima Fioroni, poi De Luca, poi ancora Bersani, oggi Bindi), sempre prontissimi a salire sul carro del vincitore.
Di SARA  (inviato il 31/12/2012 @ 16:46:48)
# 29
Da Metropolisweb.it
"Il prefetto che «sognava» Salerno chiamò il sindaco di Torre del Greco: «Mi serve la raccomandazione di Nicola Cosentino»".
... È il caso di Ennio Blasco, ex commissario straordinario a Torre del Greco, a caccia del «sostegno» dell’onorevole di Casal di Principe per ottenere il trasferimento da Avellino a Salerno.
Il retroscena emerge dall’inchiesta chiusa a novembre dalla procura di Torre Annunziata – sono 15 gli indagati a rischio processo per il secondo «filone» dello scandalo abusivopoli sotto il Vesuvio – in cui emerge il pressing di Ennio Blasco sul primo cittadino per ottenere l’interessamento di Nick ‘o mericano alla vicenda...
ORA LA DOMANDA CHE MI PONGO, SE UN PREFETTO ARRIVA A CHIEDERE LA RACCOMANDAZIONE AD UN POLITICO COME NICOLA COSENTINO ALIAS "NICK O MERICANO" ACCUSATO DI CAMORRA E VICINANZA AI CASALESI, COME POSSIAMO SPERARE CHE LA PREFETTURA POSSA PRENDERE UN QUALCHE PROVVEDIMENTO CAUTELARE NEI CONFRONTI DI UN FEDELISSIMO DI CESARO (GIGGINO A PURPETTA) E APPUNTO NICOLA COSENTINO (O MERICANO) COME IL SINDACO DI BRUSCIANO (O CORE E MAMMA) INNAMORATO DI UNA DONNA ACCUSATA DI APPARTENERE ALLA CAMORRA CASALESE???

Di Nick  (inviato il 01/01/2013 @ 23:25:07)
# 30
Il bel Giosy con il suo bel faccione si è ricordato di fare gli auguri al popolo di Brusciano con dei manifesti giganti solo quest'anno forse perchè siamo prossimi alle elezioni amministrative.I soldi che ha speso poteva darli in beneficenza,sicuramente sarebbe stato più apprezzato .
Di Nick  (inviato il 05/01/2013 @ 10:30:15)
# 31
Erode disse ai Magi: “Andate ed informatevi accuratamente del bambino, e quando l’avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch’io venga ad adorarlo”.
La storia si ripete. Possono mutare le circostanze, ma non le motivazioni, vere o false, ieri come oggi. I Magi interpretarono positivamente la sincerità della richiesta di Erode, eseguirono il mandato ricevuto, ma non tornarono da lui, perché avvisati in anticipo dell’inganno. E’ triste utilizzare un secondo fine per ottenere qualche beneficio; l’esito reale può, in seguito, ribaltare a sfavore, ogni nostra macchinazione. La sincerità spesso fa male, può portare a conseguenze spiacevoli, ma niente ci può esimere dall’esprimerla sempre; prima o poi si manifesterà con tutto il suo potenziale e le cose ritorneranno al loro posto. Occorre solo un po’ di pazienza. Erode non ha tratto nessun vantaggio da un suo finto interesse. La strage di innocenti è segno della sua frustrazione ed è stata pura vendetta. L a Pace è anche frutto di una serena convivenza.

Di Nick  (inviato il 05/01/2013 @ 14:08:54)
# 32
Caro Nick, hai memoria corta! I manifesti di auguri vengono fatti puntualmente da un pò di anni a questa parte.
Per sfortuna del delinquente condannato e degli degli altri politici che lo appoggiano interessati solo alla prebenda, Giosy ed i giovani che lo accompagnano, sono cinque anni che vive il paese stando vicino alla gente, non solo per la beneficenza che pure viene fatta puntualmente, ma anche per sopperire alle manchevolezze dell'altra opposizione e della società civile ché ahimé, negli ultimi anni si è tappata troppe volte i sensi (vedi tre scimmiette).
Di gimmo  (inviato il 05/01/2013 @ 15:59:03)
# 33
Noi Vesuviani, condannati a vivere in una riserva, come gli Indiani

Categoria: La Storia magra05/01/2013

Indiani
Ogni giorno le vicende della Circumvesuviana dicono che la democrazia dei diritti, imperfetta nel resto d' Italia, sotto il Vesuvio è offesa e schiaffeggiata.

Che quella italiana sia una democrazia imperfetta, è una verità che non ha bisogno di dimostrazione. A febbraio andremo a votare con una legge elettorale che 90 italiani su 100 considerano un oltraggio alla dignità civica e ai valori della Costituzione.

Eleggeremo il solito numero di deputati e senatori: un numero che 90 italiani su 100 vorrebbero almeno dimezzato. Lor signori si sono riuniti anche di notte per approvare la legge sui videopoker, ma hanno tirato un sospiro di sollievo – tutti hanno sospirato, da Casini a Bersani – quando i berlusconiani hanno fatto cadere Monti per salvare il “ porcellum “ di Calderoli. E sono certo che nemmeno il prossimo parlamento metterà mano alle riforme e ai tagli che tutti gli Italiani chiedono: sì, lor signori ne parleranno in aula, in commissione, sui giornali, nei salotti televisivi, da Vespa Bruno, ma al momento opportuno ci penseranno i franchi tiratori ad affondare ciò che va affondato.

Su questo punto sono tutti compatti: compatti come quando si votano l’aumento dello stipendio. In nessuna democrazia, né matura, né acerba, c’è una tale frattura tra il parlamento e il popolo: da nessuna parte c’è un parlamento così ostinato nel non tenere in alcun conto quella volontà generale di cui, invece, dovrebbe essere interprete e garante. E lor signori si permettono anche di dire che Grillo, solo Grillo, è l’antipolitica. La democrazia italiana è chiaramente imperfetta, perché le assemblee che esercitano il potere legislativo, e cioè il senato, la camera dei deputati e i consigli regionali, legiferano in totale autonomia e fuori da ogni controllo anche su questioni che si riferiscono agli interessi – gli interessi materiali, i più materiali degli interessi - dei singoli membri: diarie, rimborsi, privilegi, immunità.

E’ un gigantesco e grottesco conflitto di prerogative, è un arbitrio supremo, che ha la forma di un circuito molte volte vizioso. Non so come si possa spezzarlo. Speriamo che il sistema, che è marcio, si sfasci da sé, sotto le spallate della crisi economica. Diceva Leo Longanesi che noi italiani la rivoluzione ogni tanto vorremmo farla, ma sempre con il permesso dei carabinieri. In realtà, il popolo italiano, esperto della cultura del peccato, è stato sempre frenato da un dubbio che ci rosica nell’intimo: chi è a tal punto senza peccato che avrà il coraggio di scagliare la prima pietra ? La novità di questi tempi è che lor signori hanno superato ogni limite, hanno violato anche i confini ultimi del decoro e della decenza.

Credevamo, noi Italiani, di aver visto tutto, e che niente ci potesse più sorprendere: e invece i consiglieri regionali Fiorito e soci, soci di destra e soci di sinistra, del Lazio, del Piemonte, della Lombardia, della Sicilia, ci hanno sorpresi, ci hanno lasciati a bocca aperta, ci costringono a domandarci, perplessi, perché nessuno si è mai accorto di alcunché, perché i giornalisti, anche quelli d’assalto, non hanno visto, e se hanno visto, perché hanno taciuto.

La linea ferroviaria Napoli – Ottajano – San Giuseppe, a vapore e a scartamento ridotto, entrò in funzione nel febbraio del 1891: 9 erano le corse da Napoli a San Giuseppe, e 9 quelle da San Giuseppe a Napoli, con un tempo di percorrenza di circa 70 minuti. Il biglietto ordinario di prima classe costava lire 0,30, quello di seconda 0, 25, quello di terza 0, 15. La prima locomotiva, costruita dalla Miani – Silvestri fu chiamata Vesuvio. Nel 1919 il Regio Commissario del neonato Comune di Terzigno protestò con la Direzione poiché l’orario invernale della ferrovia non teneva conto dei ritmi di Napoli, dove “ il movimento affaristico “ incominciava non prima delle undici.

La Circumvesuviana modificò abitudini e comportamenti, disegnò una particolare concezione del tempo, influì perfino sulla forma del paesaggio: insomma, contribuì potentemente a creare di fatto quella società vesuviana che prima era solo un topos letterario. Le statistiche e gli studi di settore hanno dimostrato che il ruolo della Circum è stato determinante nello sviluppo e nella integrazione dell’economia del territorio.

Oggi, invece, le stazioni sono luoghi in cui i Vesuviani vedono la democrazia dei diritti offesa e schiaffeggiata. Nel “ Buio a mezzogiorno “ di A. Koestler i contadini russi si recavano in stazione alle prime luci dell’alba, ad aspettare un treno che poteva arrivare anche di pomeriggio. Noi, viaggiatori vesuviani, assistiamo nelle stazioni a ripetute estrazioni del lotto: il prossimo treno non parte, il successivo nemmeno, il successivo del successivo parte. Forse. Noi tutti pensiamo – se pensiamo male, chiediamo scusa - che la Circum verrà venduta ai privati: ma prima bisogna sgangherarla, come vennero sgangherate, prima di essere regalate –sgangherate per essere regalate -, l’ Alfa Romeo e le industrie del settore agroalimentare: perché i capitalisti italiani gli affari vogliono farli a costo zero, e in più non solo non ringraziano, ma pretendono di essere ringraziati: come se, accettando il regalo, facessero un piacere alla comunità.

Alla comunità “ cornuta e mazziata “. E intanto, in attesa che lo sfascio sia perfetto, i lavoratori della Circum non prendono lo stipendio - nessuno dice se e quando lo prenderanno - e vengono gettati ogni giorno nell’arena. E a mezzo milione di cittadini viene negato, di fatto, il diritto di studiare, di lavorare, di disporre del proprio tempo : perché la soppressione delle corse viene comunicata agli utenti non in tempo utile, ma a soppressione in atto, e a voce; perché non ci sono corse alternative; perché la benzina costa come l’olio extravergine, perché mi pare criminoso progettare da una parte la riduzione del traffico delle automobili, e dall’altra l’affossamento del trasporto pubblico.

Negli anni 1995- 2007 la classe politica, le associazioni degli imprenditori e i sindacati individuarono definitivamente la linea Caserta – Nola – Sarno – Salerno come un asse fondamentale dello sviluppo della Campania: il Vesuviano veniva radicalmente escluso dalla strategia di indirizzo degli investimenti. Immaginarono per noi un destino simile a quello degli indiani che, in certi film western, dalle colline osservano in silenzio il progresso che avanza in pianura, apre le strade, fonda le città e le congiunge con la ferrovia. Ma quella esclusione non bastò. Serviva il colpo di grazia vibrato in un punto vitale: e la Circum è la carotide della società vesuviana.


Un tempo, e in altri luoghi, i sindaci delle città condannate alla paralisi e al coma avrebbero consegnato la fascia tricolore al Prefetto. Ma sotto il Vesuvio si è persa anche la cultura del “ bel gesto “. Forse a qualcuno piace fare il sindaco di una città morta.
(Indiani in delegazione a Washington, fotografia della collezione E.H. Giglioli, da " The American West ", Marsilio, 1993)

LA STORIA MAGRA



Autore: Carmine Cimmino IL MEDIANO.IT
Di zorro  (inviato il 05/01/2013 @ 23:00:16)
# 34
Mentre negli altri paesi si pianifica il territorio guardando soprattutto alle aree commerciali e artigianali, non trascurando il recupero del centro storico, a Brusciano invece, il delinquente e suoi accoliti, pensa solo all'housing sociale (appartamenti a basso costo?!?) già venduti come "buoni", portando avanti a tutti i costi un PUC oramai orfano delle aree commerciali e industriali. Perché tutto questo interesse?? La risposta è semplice. Perché questo delinquente, dei giovani Bruscianesi se ne importa un fico secco!!!
A lui e quelli come lui interessa solo ed esclusivamente i soldi o cosi.
Tra l'altro con il puc attuale, chi costruisce è solo cuor di mamma, perdon i suoi prestanome, il figlio, la sorella e l'attuale convivente "perbene", poi i familiari del geom. Ruggiero alias cucuzzo, i familiari degli assessori Sposito e Maione ed del consigliere Montella, più altri giovani assessori e consiglieri (definiti bravi ragazzi) tutti con familiari in possesso dei famosi "compromessi".
Mica a questi signori interessa l'espansione dell'area industriale? Mica interessa il destino di tanti giovani in cerca di lavoro? Si era tanto parlato di isola artigianale, di lavoro per i piccoli artigiani del paese, ma di isola si è vista solo quelle ecologica, tanto per accontentare la ditta dai sei milioni di euro (pagati anche dai disoccupati Bruscianesi) e accontentare con un posto, lo scemo del villaggio ed il casalese già condannato (per solidarietà della convivente?).
E il consigliere che legge dall'altare? Il capannone nel PIP lo ha avuto già, la Porsche pure, degli altri che gliene frega?
Già! La tanto decantata area PIP, ricettacolo di immondizia e di capannoni solo da affittare per scopi speculativi e che ora la Provincia di Napoli ha dequalificato come area agricola.
Di Rosanna  (inviato il 06/01/2013 @ 00:12:29)
# 35
e ora aspettiamo i chiarimenti alle prescrozioni della provincia, a proposito sigg. urbanisti dell'u.t. sapete che alle prossime elezioni vi troverete sotto un nuovo padrone? come vi metterete, proni o genuflessi? ricordatevi che anche il predecessore fu confinato nel sgabuzzino prima di accontentarsi dell'obolo.
Di gimmo  (inviato il 06/01/2013 @ 18:33:49)
# 36
http://www.corriere.it/inchieste/nel-triangolo-morte-dove-case-asili-strade-sono-costruiti-rifiuti-tossici/7c27cbf0-5827-11e2-9a31-1eca72c52858.shtml
... E si continua a pensare al PUC come strumento di cementificazione...
DAL CORRIERE.IT
Nel triangolo della morte dove case, asili e strade sono costruiti con rifiuti tossici
Viaggio choc nella ex Campania Felix dove «c'è il record di tumori al polmone, colon retto, genitali e fegato» - di Antonio Crispino.
Di sera lasciavamo le fondazioni ancora da riempire e la mattina dopo le trovavamo colme di cemento, un cemento di colore strano, giallastro, che puzzava in modo nauseante». Questo ha raccontato uno degli operai che ha costruito la scuola materna ad Acerra su cui sta indagando la magistratura di Nola. Si indaga perché l'intero plesso sarebbe stato costruito con rifiuti tossici. «Alcuni bambini qui stanno accusando allergie, asma e altri sintomi legati alla presenza di inquinanti- ci dice Alessandro Cannavacciuolo, Guardia ambientale in prima linea contro le ecomafie che ha denunciato il fatto agli inquirenti-. Da mesi aspettiamo un intervento della magistratura che pare non arrivare mai».

Così come tutto fermo è a Palma Campania dove un'intera arteria autostradale sarebbe stata costruita intombando rifiuti tossici. Se su wikipedia già si conoscono colpevoli e opere (alla voce "riciclaggio di rifiuti tossici" si legge testualmente: «Antonio Iovino, imprenditore di 48 anni, di San Gennaro Vesuviano, legato al clan camorristico Fabbrocino, specializzatosi in riciclaggio di rifiuti tossici, è stato condannato in primo e secondo grado perché ha costruito la bretella di collegamento tra il Vallo di Lauro e l'uscita di Palma Campania dell'autostrada A30, con materiale misto a rifiuti pericolosi»), nella realtà, da più di due anni si aspetta che qualcuno vada a vedere cosa effettivamente c'è sotto il manto stradale sul quale, al momento del sopralluogo, campeggiavano grossi pezzi di amianto.

La società regionale «Vallo di Lauro Sviluppo s.p.a.», concessionaria per conto della Regione Campania della realizzazione della strada, si dice bloccata dalla burocrazia e non procede con i carotaggi. Così da due anni il processo è a un punto morto. Nel frattempo sulla strada è cresciuta l'erba. Lì dove invece la magistratura ha proceduto con le perizie tecniche (soprattutto nelle numerose cave presenti in zona e nei pressi dei regi lagni), ecco cosa è stato trovato sotto terra: cromo, rame, zinco, oli minerali e fanghi contenenti i rifiuti di acque reflue industriali il tutto misto a materiali da costruzione o spalmato su terreni destinati all'agricoltura.

Benvenuti nel triangolo della morte. Così ha definito il territorio che va da Marigliano a Palma Campania a Brusciano, Alfredo Mazza, medico del Cnr che per primo ha denunciato sul Lancet Oncology l'ecatombe che si sta verificando in questa zona. «I dati sfornati dal Pascale, ospedale in prima linea per la cura e la prevenzione dei tumori, parlano chiaro - dice il dottor Gennaro Esposito dell'associazione Medici per l'Ambiente -. In questi tre comuni c'è il record di tumori al polmone, colon retto, genitali e fegato». Nel triangolo della morte la gente vive in appartamenti, scuole, parchi costruiti con cemento e amianto misto ai veleni dell'industria. Ci vive tutti i giorni e forse non ne è ancora consapevole tanto è stata capillare l'azione delle ecomafie. Lentamente la magistratura sta facendo chiarezza su quelli che fino a ieri erano solo dubbi. In altri casi, invece, la verità non verrà mai a galla perché coperta dalle prescrizioni o da un fitto strato di cemento come avvenuto con un centro commerciale.

«Il pentito Carmine Alfieri durante gli interrogatori ha spiegato con una certa minuziosità il tipo di sversamento che veniva tombato nelle campagne di quella che una volta era la Campania felix - dice l'avvocato Mariafranca Tripaldi- . Eppure nello stesso posto abbiamo costruito un grande centro commerciale (firmato dall'archistar Renzo Piano, ndr). A nessuno pare essere importato che durante gli scavi siano stati rinvenuti bidoni di liquami industriali provenienti dalla Germania, il business criminale del clan Alfieri. Ma ora tutto è stato coperto dal cemento mentre i tumori qui hanno falcidiato intere famiglie».
Di SARA  (inviato il 07/01/2013 @ 10:07:00)
# 37
Brusciano, processo Romano rimandato al 1° marzo
REDAZIONE / Cronaca




BRUSCIANO - E’ stato rimandato al primo marzo il processo d’appello in relazione alla condanna per presunta concussione del sindaco di Brusciano, Angelo Antonio Romano e dell’ex presidente del Consiglio Comunale Salvatore Papaccio. Dovrebbero scontare rispettivamente una pena di 4 anni di reclusione e interdizione per 5 anni dai pubblici uffici e 2 anni di reclusione (Papaccio).

Questa mattina, però, la quinta sezione della corte d’appello del tribunale di Napoli, giudice Eugenio Giacobini, è stata costretta a rimandare il tutto. A quanto pare, il sindaco Romano, non avrebbe ricevuto la relativa notifica e così sarebbe stato tutto rinviato. A ricorrere in appello è stato lo stesso sindaco Romano. Intanto il pm Valeria Sico punta ad ottenere l’interdizione perpetua dai pubblici uffici per il sindaco Romano.

Ad accusare Romano l’imprenditore edile Angelo Perotta, che non si piegò alla tangente documentando il tutto su delle registrazioni, poi, consegnate ai carabinieri. Perrotta voleva costuire 70 appartamenti in via Padula, ma il Comune non gli rilascio la concessione. In una delle conversazioni, registrate presso il noto locale Mont Blanc di Marigliano, si fa riferimento ad una tangente di 500 mila euro richiesta per conto del sindaco da Papaccio, poi, decurtata in un successivo incontro a 300 mila euro.

MARIGLIANO.NET
Di l'arciere  (inviato il 22/01/2013 @ 23:10:23)
# 38
e t' parev...............
Di Nick  (inviato il 23/01/2013 @ 13:39:38)
# 39
siete rimasti quattro stupidi!!!a scrivere sempre le stesse cose!.....e il risultato qual'è?...almeno questo domandatevelo?
Di Anonimo  (inviato il 23/01/2013 @ 14:16:40)
# 40
Chi vincerà il concorso appena bandito? Qualche fidanzata di un consigliere comunale e cognata di un altro?
Nick
Di Anonimo  (inviato il 23/01/2013 @ 14:41:45)
# 41
Brusciano, processo sulla supertangente: appello rinviato

Categoria: Cronaca

23/01/2013





Tribunale di Nola

Un cavillo procedurale ha fatto saltare la prima udienza del processo di secondo grado su una tentata concussione di cui sono accusati il sindaco Romano e il consigliere Papaccio.



Ieri mattina è bastata la constatazione di un’omessa notifica per far rinviare al prossimo primo marzo l’apertura del processo d’appello al sindaco di Brusciano, Angelo Antonio Romano, e al consigliere comunale di maggioranza Salvatore Papaccio (Udc).



L’appello era stato richiesto dal sindaco Romano dopo la sentenza di primo grado, emanata nel marzo del 2011, che lo ha condannato a quattro anni di reclusione e all’interdizione a cinque anni dai pubblici uffici. Condanna a tre anni, invece, per Papaccio. Secondo i giudici i due hanno chiesto a un costruttore, Angelo Perrotta, anche lui di Brusciano, una tangente di mezzo milione, poi “ridotta” a 300mila euro, in cambio di una concessione edilizia. Ma il primo cittadino ha scagliato contro questa sentenza i suoi legali, che quindi hanno chiesto e ottenuto l’appello, il cui inizio era stato organizzato nella mattinata di ieri, nel tribunale di Nola. Ma il presidente, il giudice Eugenio Giacobini, ha constatato che l’atto di citazione in giudizio fatto recapitare dal tribunale presso il municipio di Brusciano non è stato notificato al sindaco.





Uno strano inghippo burocratico che ha lasciato indispettiti i magistrati. Ieri al processo, oltre a quelle del sostituto procuratore generale, della parte civile e della difesa, era prevista anche la lettura della relazione del pm Valeria Sico, che in appello chiede per Romano l’interdizione perpetua dai pubblici uffici. Sono varie le prove dell’accusa che hanno portato alla condanna del sindaco di Brusciano e del suo consigliere di maggioranza. Tra queste c’è una registrazione voluta dalla procura ed eseguita dai carabinieri in cui sono contenute le frasi che dimostrerebbero la tentata concussione ai danni di Perrotta.
IL MEDIANO.IT.
Di m.arca  (inviato il 23/01/2013 @ 21:34:04)
# 42
Quanti consiglieri coerenti... Primi fra tutti il Castaldo, Enrichetta la trasformista, e l'iscariota Romano Giacomo per capirci, che pur di fare i ca..i loro, con una mano utilizzano la famiglia per essere eletti e con l'altra li rinnegano in cambio di una promessa.
Brusciano, ecco il nuovo che avanza, il politico opportunista.
Di Nick  (inviato il 24/01/2013 @ 10:41:33)
# 43
a breve anche a Brusciano succederà quello che succede a Marigliano.
Sigg. dell'u.t.c. le leggi vanno applicate non interpetrate secondo i lerci affari vostri.
Dalla Lucio diceva attenti al lupo, invece voi dovete stare attenti al .....VISONE.
E ora leggete e riflettete anzi fatevelo leggere e spiegare.

giovedì 24 gennaio 2013, ore 10:51 - stampa articolo
REDAZIONE / Cronaca

Marigliano, risvolti penali per Villa Attena

"Rinviati a giudizio tecnici, progettisti e titolari della società "Ipodema""

MARIGLIANO - Non solo il Consiglio di Stato, ma anche risvolti penali sul caso dell'abbattimento di villa Attena. Il pm della procura di Nola, Visone, ha rinviato a giudizio tecnici, progettisti e titolari della società "Ipodema" responsabile della demolizione del palazzo di epoca razionalista, realizzato da Marcello Piacentini, noto architetto del regime fascista.

Una villa, quella Attena, rasa al suolo nel giro di poche ore per fare spazio ad una maxi speculazione edilizia in pieno centro, producendo atti falsi, planimetrie non rispondenti allo stato dei luoghi. Insomma dati fuorilegge per poter beneficiare di quanta più cubatura possibile fino al punto di lottizzare anche il giardino della splendida villa, che per anni ha ospitato la scuola elementare e anche gli uffici dislocati del Comune.

Un abbattimento che comportò anche l'aggressione dei giornalisti e fotoreporter Anita Capasso e Maurizio Sena portatisi sul luogo per documentare il caso. Per la magistratura nolana sono state volutamente alterate le indicazioni delle superfici reali ed inoltre si è dato corso anche ad un ulteriore edificabilità del 35% prevista dal piano regionale casa solo per il miglioramento abitativo e non nei casi di abbattimenti e ricostruzioni come è avvenuto per la villa Attena.

Una maxi speculazione evidente e realizzata in pieno centro, dove sulle ceneri di villa Attena, che in origine era un'abitazione monofamiliare, si è dato corso a locali commerciali al piano terra e a numerosi appartamenti. Un caso non sfuggito neanche al noto giudice del Consiglio di Stato capitolino, Orsola Lidia Spiezia, che chiede giustizia.

ad maiora

Di gimmo  (inviato il 24/01/2013 @ 20:12:33)
# 44
A Brusciano oramai sembra proprio di vivere una fiction come quelle che trasmettono in questi giorni in TV.
Purtroppo però per i cittadini onesti di Brusciano (quei pochi che vi sono rimasti) e soprattutto per gli impiegati "disobbedienti" fiction non è.
E quello che più sfiducia è l'immobilismo delle autorità, sono stati informati di come amministra questo sindaco, già condannato per aver chiesto una tangente, che nonostante la condanna ha adottato il PUC in totale situazione d'incompatibilità, (forte del tanto non mi succede niente) e la prova dell'incompatibilità sta nell'essersi allontanato dall'aula durante l'approvazione del PUC sul comparto di Via Fonseca, proprio dove si trovano i terreni del figlio e della sorella. (Lo dice la delibera appena pubblicata sul sito del comune).
Si dice addirittura che le autorità sanno che Lucia Esposito, attuale convivente del sindaco (accusata di camorra) è proprietaria insieme ad un Vallefuoco di un pezzo di terreno, diventato poi edificabile proprio col PUC appena approvato dal sindaco e suoi consiglieri.
Oramai a Brusciano non teniamo un sindaco ma o' re, tutto gli è permesso, ostenta ricchezza, sfoggia auto di lusso, cammina con l'autista, oramai sfida anche la giustizia (forte sempre del tanto non mi succede niente); lo stesso fanno i suoi familiari, avete visto il filmato di Report, quello che ferma la telecamera è il nipote, figlio della sorella, oggi anche lui più ricco grazie allo zio sindaco che ha trasformato il terreno della madre in edificabile.
E a noi giovani? Resta solo la magra consolazione insegnata dai nostri genitori consumati dalla fatica (quasi rassegnazione), che l'illegalità non paga mai...
Anche se a guardare il sindaco e tanti politici attuali non si direbbe.
Di Rosanna  (inviato il 25/01/2013 @ 23:02:02)
# 45
Brusciano, conferenza sul PUC
REDAZIONE / Cronaca

"Conferenza dell'avv. Giuseppe Romano, candidato indaco al Comune di Brusciano."



BRUSCIANO - Le problematiche relative al Nuovo Piano Urbanistico Comunale appena approvato dal Consiglio comunale di Brusciano saranno al centro della conferenza stampa indetta dall’avvocato Giosy Romano, candidato a sindaco di Brusciano alle prossime elezioni amministrative del 25 e 26 maggio.

La conferenza avrà luogo giovedì 31 gennaio 2013 alle ore 11:30 presso l’associazione Fare Nuovo in via Camillo Cucca n° 240 a Brusciano.
Durante la conferenza l’avvocato Giosy Romano dichiara che illustrerà le gravi deficienze del piano. Uno strumento ritenuto, dallo stesso Romano e dal suo gruppo consiliare, contrario agli interessi dei cittadini di Brusciano ed allo sviluppo del paese, in grado di generare solo una grande confusione urbanistica.

Alla conferenza stampa saranno presenti:
Avv. Giosy Romano, candidato Sindaco al Comune di Brusciano
Luigi D'Amato, consigliere comunale
Felice Castaldo , consigliere comunale
Fabio Terracciano, consigliere comunale
Al termine della conferenza stampa sarà offerto ai presenti un buffet.

MARIGLIANO NET.

Di l'arciere  (inviato il 27/01/2013 @ 13:33:50)
# 46
Formigoni indagato per corruzione anche nell’inchiesta San Raffaele
Il presidente uscente della Lombardia, come riporta il Corriere, dovrà rispondere dello stesso reato che gli è stato contestato per la fondazione Maugeri. Anche in questo caso il coindagato è Daccò. Il governatore:"In Regione Lombardia non c'è stata nessuna dispersione di denaro pubblico"

di Redazione Il Fatto Quotidiano | 26 gennaio 2013Commenti (236)

Più informazioni su: Corruzione, Crac San Raffaele, Elezioni 2013, Fondazione Maugeri, Inchiesta Maugeri, Pierangelo Daccò, Roberto Formigoni, San Raffaele.

Share on oknotizie Share on print Share on email More Sharing Services
154

Sempre la stessa accusa, corruzione, ma la provenienza dei soldi questa volta non è la “cassaforte” dell‘Istituto Maugeri ma quella del San Raffaele. Roberto Formigoni, scrive il Corriere della Sera, è indagato con l’imprenditore Pierangelo Daccò, già condannato in abbreviato a 10 anni per bancarotta dell’ente creato da don Luigi Verzè, per quei regali – viaggi e vacanze tra gli altri - che sarebbero arrivati al presidente uscente della regione Lombardia non solo dai fondi neri della clinica pavese, ma anche dalle sovraffatturazioni girate a Daccò dall’ex vice presidente dell’ospedale milanese, Mario Cal. La nuova iscrizione risale ad alcuni mesi fa.

A fronte di finanziamenti pubblici erogati negli anni dal Pirellone alla vecchia gestione dell’ospedal a Daccò sarebbero arrivati almeno sette milioni. E anche con questi soldi sarebbero stati pagati alcuni benefit al Celeste. Di questi 7-8 milioni, riporta il quotidiano di via Solferino, poco più di 2 milioni sarebbero arrivati al faccendiere con bonifici e oltre 5 milioni in contanti, tramite il sistema di sovrafatturazioni scoperto dopo il suicidio di Cal morto nel luglio del 2010.

Ad aggravare la posizione di Formigoni, candidato al Senato nella lista Pdl, ci sono alcune testimonianze e una consulenza. Alcuni dirigenti regionali, interrogati, hanno illustrato le delibere regionali in tema di “remunerazione delle funzioni non coperte da tariffe predefinite” ovvero i bonus che il Pirellone, in aggiunta ai fondi già versati per rimborsare le cure mediche prestate agli ammalati, paga alle strutture ospedaliere come riconoscimento di attività d’eccellenza, “in base a 30 parametri che per definizione lasciano ampia discrezionalità”; c’è poi la relazione iniziale del consulente tecnico della Procura di Milano sulle delibere dei finanziamenti regionali degli ultimi anni. Ebbene l’analisi ha evidenziato scelte poco comprensibili e criteri in cui il consulente trovato un “evidente squilibrio”. Che ha portato nelle casse del San Raffaele oltre 400 milioni e in quelle della Maugeri più di 200. “In Regione Lombardia non c’è stata nessuna dispersione di denaro pubblico” dice Formigoni, a margine dell’inaugurazione dell’Anno Giudiziario a Milano. “Se questa notizia è vera – ha proseguito Formigoni – è stato commesso un reato, perché è stata data alla stampa. Il processo per il San Raffaele è già stato celebrato e io non sono stato coinvolto”.

Formigoni era già stato iscritto per corruzione il 14 giugno scorso – ha ricevuto anche un invito a comparire ma non si è mai presentato davanti ai pm,"la stessa tecnica del condannato concussore bruscianese" – e poi non molte settimane dopo i pm hanno proceduto anche alla seconda iscrizione per corruzione nello stesso fascicolo sul caso Maugeri di cui è attesa la chiusura dell’inchiesta.

Di zorro  (inviato il 27/01/2013 @ 13:49:50)
# 47
Piccolo stolto che non capisci un c.zzo, ti sei spicciato a cancellare "pane proscitto e vino" ma se non sai neanche che vuol dire, vuoi saperlo? domandalo a qualcuno che ne sa più di te, io non sto a spiegartelo.
Di gimmo  (inviato il 27/01/2013 @ 19:42:35)
# 48
direct lender cash advance
Grazie a persone come te il mondo è ancora vivo.[...]
TrackBack direct lender cash advance  (inviato il 30/03/2013 @ 22:30:37)
# 49
dieta dimagrante salutista
Di dieta dimagrante salutista  (inviato il 29/01/2017 @ 03:30:18)
# 50
Andate a leggervi cosa scriveva Rosanna nel lontano.....06/01/13 su questo portale!

Vedete gente... oggi quelle persone cui nomina con quale padrone stanno e vedete senza se e senza ma... anzi senza dignità! strusciano e leccano il nostro invertebrato!
Non è cambiato niente!!!si è solo peggiorato.

Come è strana la vita Rosanna!
Rileggiti l'articolo pecchè o ' passt è passat'...

Di Rosanna (inviato il 06/01/2013 @ 00:12:29)
Di Anonimo  (inviato il 02/02/2017 @ 16:25:38)
# 51
Mackenzie
Di Mackenzie  (inviato il 25/05/2017 @ 11:59:14)
# 52
best fashion bloggers on y*****e
Di best fashion bloggers on youtube  (inviato il 29/05/2017 @ 17:16:35)
Commenta
Nick
e-Mail / Link


E - )
: - ) S - ( : - ( : - \ : - o : - Z : - * : - P X - | 8 - ) ; - ) : - D

Warning: causa attacco spammer i commenti sono momentaneamente moderati. Non ti stupire se non lo vedrai subito pubblicato!

CoComment CoComment Support Abilitato!!!

Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Seguici su :

 
Il mio stato

info:
unaltrabrusciano@libero.it
Titolo
admin (43)
MioBlog (273)

Catalogati per mese:
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017

 

Ultimi commenti:
bruscianesi i figli d'arte non si t...
10/12/2017 @ 14:37:42
Di antonio
l'albero di natale fuori al comune ...
08/12/2017 @ 18:48:25
Di maurizio
attendo dottor antonio castaldo che...
06/12/2017 @ 20:52:25
Di antonio
e so 3 uno meglio e nat
03/12/2017 @ 12:46:56
Di ligi
tempo di libertà. Allocca sindaco
03/12/2017 @ 12:33:18
Di luigi
come li cambia a queste cape di pio...
02/12/2017 @ 14:46:05
Di Anonimo
W Giosy W Cuore di mamma. Tutti e d...
01/12/2017 @ 22:14:56
Di Lino
W CUORE DI MAMMA
30/11/2017 @ 22:27:29
Di Anonimo
W GIOSY ROMANO
30/11/2017 @ 14:08:42
Di Anonimo
ma se alle quaranta moggi di brusc...
29/11/2017 @ 20:19:30
Di antonio
È tempo di libertàAbbiamo bisogno...
29/11/2017 @ 16:17:24
Di Anonimo
Questo sindaco ipocrita e falso,cos...
27/11/2017 @ 11:21:36
Di Anonimo
da solo il popolo vuole sempre il b...
26/11/2017 @ 09:45:04
Di Anonimo
Sicurezza, viabilità, Istruzione, ...
23/11/2017 @ 11:40:55
Di Anonimo
Hello there, simply was aware of yo...
23/11/2017 @ 00:54:24
Di nfl replica jerseys
I have been exploring for a bit for...
22/11/2017 @ 23:26:07
Di cheap jerseys nfl china
In forte ricaduta? Affondati nella ...
19/11/2017 @ 15:40:48
Di Enrico
Quando Orïon dal cielodeclinando i...
19/11/2017 @ 12:18:57
Di Anonimo
SERVILI E INCONSCIENTI..Il poeta ra...
19/11/2017 @ 12:13:52
Di Anonimo
Nei mestieri servili noi siamo imba...
19/11/2017 @ 09:35:11
Di Anonimo
I discovered your BRUSCIANO: STRANA...
18/11/2017 @ 23:16:32
Di Virginia Williams
Wow, marvelous blog layout! How lon...
15/11/2017 @ 23:44:31
Di Bob Griese nfl jersey
Volete i nomi, semplice, leggete e ...
10/11/2017 @ 19:27:50
Di Enrico
un certo schettino alfabeto assess...
10/11/2017 @ 16:46:06
Di giusepe
E nomm, vulimm e nomm.
10/11/2017 @ 15:18:55
Di luca
Brusciano: 4 ordini di custodia cau...
10/11/2017 @ 15:06:51
Di Anonimo
Sicurezza, viabilità, Istruzione, ...
10/11/2017 @ 10:36:59
Di Anonimo
ma parliamo di rifiuti? brusciano ...
09/11/2017 @ 16:51:25
Di giusepe
Da Marigliano.net:BRUSCIANO - Tre ...
08/11/2017 @ 15:22:51
Di Anonimo
Solo VERITA' e nint' cchiu'!!!dicev...
08/11/2017 @ 14:59:42
Di Anonimo
x il 12si fuss cazz ca io vutass a...
07/11/2017 @ 09:25:16
Di luigi
Parli di Sindaca. L'hai votato...e ...
06/11/2017 @ 21:46:46
Di Luigi
BRUSCIANO: COSA C'ENTRA L'APPALTO R...
06/11/2017 @ 18:49:34
Di canada goose sale
CHI DICE BUGIE E UN MISERABILI E S...
06/11/2017 @ 17:10:02
Di FELICE
Via libera a una valanga di richies...
06/11/2017 @ 12:12:35
Di Anonimo
...E' vero quello che dite...ma è ...
06/11/2017 @ 11:52:42
Di Anonimo
i c' faccia ten chist at.
06/11/2017 @ 10:18:44
Di lorenzo
BRUSCIANO IN PIENA CRISI,SPORCA,POC...
05/11/2017 @ 22:56:15
Di luigi
altri avvocati? Salvati e' uno seri...
05/11/2017 @ 16:19:23
Di Anonimo
e quindi non è una cosa normale. C...
03/11/2017 @ 09:55:25
Di Anonimo
Wow, fantastic blog layout! How lon...
01/11/2017 @ 05:13:00
Di discount nfl jerseys usa
Avvocato Salvati che prende incaric...
29/10/2017 @ 21:44:23
Di Gino
Wow, superb blog layout! How long h...
28/10/2017 @ 09:48:03
Di Chris Reed nfl jersey
PREMESSO:- CHE con delibera di G.M...
27/10/2017 @ 00:02:05
Di giuseppe
senza SE senza MA e senza AMMINISTR...
26/10/2017 @ 21:50:59
Di Semamase
emergenza sociale,sotto gli occhi d...
26/10/2017 @ 08:59:06
Di Anonimo
publicità
25/10/2017 @ 14:08:40
Di giuseppe
Questo sindaco ipocrita e falso,cos...
25/10/2017 @ 12:07:58
Di Anonimo
una persona che dice bugie e un mis...
24/10/2017 @ 17:49:13
Di gieseppe
Manifestazione Razzismo: Dalla poli...
23/10/2017 @ 19:44:12
Di Anonimo
I decided to leave a message here o...
23/10/2017 @ 06:07:55
Di Sandra
tanino a cuccà.manco i cani ti odo...
21/10/2017 @ 17:44:01
Di nicola
Ci giunge notizia che a Brusciano p...
20/10/2017 @ 18:42:48
Di Anonimo
E sempre a proposito del "duo".Da A...
18/10/2017 @ 14:51:36
Di lorenzo
BRUSCIANO : CHI NUOTERA' IN QUESTA ...
18/10/2017 @ 12:44:08
Di Parajumpers Jakke Menn
BRUSCIANO: COSA C'ENTRA L'APPALTO R...
18/10/2017 @ 10:00:59
Di Parajumpers Jakke
La cultura, come prezioso derivato ...
17/10/2017 @ 10:48:10
Di Anonimo
Ad un popolo barbaro e incivile nei...
17/10/2017 @ 10:46:16
Di Anonimo
BRUSCIANO : CHI NUOTERA' IN QUESTA ...
17/10/2017 @ 09:02:07
Di mackage canada
IL NULLA:Gaetano Bellezza Allocca Ã...
16/10/2017 @ 20:27:21
Di leonardo
Gaetano Bellezza AlloccaCredetemi.....
16/10/2017 @ 20:11:43
Di LORENZO
La saggezza consiste nel commisura...
16/10/2017 @ 16:34:15
Di Anonimo
Tutti gli illuministi hanno grande ...
16/10/2017 @ 16:17:08
Di Anonimo
CHI FIGLI E CHI FIGLIASTRI**** DETE...
13/10/2017 @ 10:31:44
Di Anonimo
E PUR SI MUOVE!!!...DETERMINAZIONE ...
13/10/2017 @ 10:24:37
Di Anonimo
solo gli uomini virtuosi hanno amic...
13/10/2017 @ 10:09:08
Di Anonimo
tra cercare e deliberare c'e'differ...
13/10/2017 @ 09:55:37
Di Anonimo
guagliu'non perdete tempo se si can...
12/10/2017 @ 18:25:07
Di Anonimo
No, questo è Brusciano, questo è ...
12/10/2017 @ 10:11:04
Di lorenzo
oramai questo paese è in caduta li...
12/10/2017 @ 01:52:28
Di luigi

Titolo

 

Titolo



11/12/2017 @ 05:03:51
pagina generata in 265 ms